Giovedì 20 Giugno 2024

Frosinone, 36enne uccisa con 15 coltellate: fermato l'ex fidanzato

Vagava seminudo in una spiaggia di Sabaudia. A dare l'allarme l'attuale compagno della vittima

Frosinone, l'abitazione dove è stato trovato il corpo della vittima (Ansa)

Frosinone, l'abitazione dove è stato trovato il corpo della vittima (Ansa)

Frosinone, 3 maggio 2022 - Una donna di 36 anni, Romina De Cesare, è stata trovata morta oggi nella sua casa di Frosinone dopo che l'ex compagno, Pietro Ialongo, 38 anni, è stato fermato mentre vagava seminudo sulla spiaggia di Sabaudia, in evidente stato confusionale. Dopo aver parlato con l'uomo e dopo aver ricevuto una segnalazione dall'attuale fidanzato della donna le forze dell'ordine hanno effettuato un sopralluogo nella sua abitazione e rinvenuto il cadavere. A quel punto per il 38enne è scattato il fermo: ora dovrà rispondere, se in grado, alle domande del procuratore di Frosinone Antonio Guerriero. Ancora da chiarire la dinamica dell'omicidio: sul corpo della donna i segni di 15 coltellate

Tutto è nato da una segnalazione ai carabinieri. Qualcuno ha notato il 38enne che camminava seminudo vicino allo stabilimento Saporetti, a Torre Paula, a Sabaudia, e ha avvisato i militari. L'uomo, originario di Isernia, era in stato confusionale, diceva frasi senza senso: è stato portato in ospedale e qui lui ha dato come indirizzo di riferimento quello della ex. A fatica i carabinieri sono risaliti alla sua identità e hanno messo in allerta i colleghi di Frosinone, a cui nel frattempo era arrivata la segnalazione dell'attuale fidanzato: Romina era irrintracciabile da 24 ore. Quando la porta dell'appartamento della donna è stata sfondata il suo copro era a terra, senza vita, riverso nel sangue e con l'addome martoriato. 

Gli inquirenti stanno passando al setaccio la vita dei due. Si cercano anche le immagini delle telecamere della zona per carpire i movimenti e chiarire come sia andata.  L'ipotesi è che dopo averla accoltellata l'uomo abbia preso l'auto fuggendo a Sabaudia.