Venerdì 24 Maggio 2024

Matteo e i suoi amici: "Un ragazzo solare, calciatore sopraffino"

Le testimonianze dalla sua amata Spoleto

Matteo e i suoi amici: "Un ragazzo solare, calciatore sopraffino"

Matteo e i suoi amici: "Un ragazzo solare, calciatore sopraffino"

Ragazzo solare e intelligente, lontano dai guai, studioso. Ecco il Matteo Falcinelli raccontato da Spoleto. Non solo, è stato anche una promessa del calcio. Dal locale Istituto alberghiero alla laurea in Economia negli Usa, con un tutt’altro che trascurabile passato calcistico. Capitano della Voluntas, storica squadra cittadina: "Difficile dimenticarsi del Matteo calciatore, un ragazzino che a 13-14 anni fa oltre duecento palleggi si fa ricordare facilmente". Così Paolo Signorelli, uno dei suoi primi allenatori. "Con la Voluntas ha fatto tutta la trafila delle giovanili, Esordienti, Allievi e quant’altro – ricorda –. Un ragazzo tranquillissimo e già ’maturo’, non a caso ’capitano’. A fine allenamento rimaneva sul campo a calciare in porta; insomma la stoffa del giocatore l’aveva eccome. Formavano un bel gruppo, tutti ragazzi del ’98. Matteo l’ho perduto di vista e oggi (ieri, ndr) ho saputo di questa assurda vicenda".

Calcio, studio e amicizie. L’America non è poi così lontana.

"Matteo? Lo sentiamo praticamente tutti i giorni nonostante la lontananza, gli siamo vicini anche in questa occasione, i video sono chiari", così Federico Bussotti, amico di una vita, dai banchi di scuola ai campi di calcio. "L’ultima volta ci siamo sentiti per il suo compleanno, ad aprile – continua Federico –. Ci conosciamo fin da piccoli, abbiamo studiato e giocato insieme a pallone, siamo arrivati fino alla serie D. Matteo si è laureato in economia l’anno scorso e ora seguiva un master. Che dire di lui? Ragazzo solare e intelligente, mai problemi di alcun tipo. È stato anche una promessa del calcio: ha effettuato provini con Cagliari, Verona e Roma, così per dire. Noi qui a Spoleto siamo in quattro-cinque che abbiamo fatto tutto insieme a Matteo: scuole medie, superiori, calcio e università. Ripeto, gli siamo vicini come siamo sempre stati".

Tra le testimonianze c’è anche quella di Iacopo Martellini, compagno di studi di Matteo Falcinelli con cui ha condiviso, seppur con indirizzi diversi, gli anni dell’Istituto alberghiero. "Matteo non è mai stato un attaccabrighe – sottolinea Iacopo –, mai coinvolto in risse, ragazzo tranquillissimo. Abbiamo studiato e giocato a pallone insieme. Siamo purtroppo sconcertati per quanto gli è capitato: un ragazzo solare come lui, un vero amico". Dopo le scuole superiori Matteo ha lasciato di fatto Spoleto, ma i contatti sono rimasti. "Matteo è stato cittadino del mondo, ha girato diverso Paesi tornando a Spoleto per feste e ricorrenze", aggiunge Iacopo.

Stefano Cinaglia