1 La partita europea

Oggi il Piano nazionale

di ripresa e resilienza (Pnrr) sarà consegnato a Bruxelles. Entro un mese, poi, con un decreto sarà istituita la cabina di regia (nella foto il ministro Daniele Franco) che dovrà seguire l’applicazione del Recovery Plan.

2 Le riforme da fare

Sul piatto l’Italia mette

le riforme per il Paese.

Tra maggio e luglio, una serie di decreti semplificazione, oltre alla legge delega in materia di fisco. Entro l’anno, poi, saranno affrontati i nodi della giustizia, della Pa

e degli ammortizzatori sociali

3 Il vaglio di Bruxelles

In questi mesi le istituzioni europee vaglieranno il Piano italiano. primo step il 18 giugno all’Ecofin. Il 1° agosto via libera di Commissione Ue

e Consiglio europeo. Alla fine dell’estate dovrebbe arrivare la prima tranche di risorse, stimata in circa 20 miliardi