Una dottoressa di 34 anni è stata aggredita sulla banchina della metro a Roma sabato sera dopo una lite con alcuni manifestanti no Green pass che ritornavano dal sit-in di Circo Massimo, nel centro della Capitale. È stata colpita con una testata da una donna che poi è scappata. È accaduto intorno alle 19.30 nella fermata San...

Una dottoressa di 34 anni è stata aggredita sulla banchina della metro a Roma sabato sera dopo una lite con alcuni manifestanti no Green pass che ritornavano dal sit-in di Circo Massimo, nel centro della Capitale. È stata colpita con una testata da una donna che poi è scappata. È accaduto intorno alle 19.30 nella fermata San Paolo, direzione Laurentina. A quanto ricostruito finora dalla polizia, il medico viaggiava su un vagone dove c’era un gruppo di sei manifestanti no pass. Il medico sarebbe intervenuto nella discussione su vaccini e certificato verde. Ben presto sarebbe nata una lite per le posizioni opposte manifestate dal medico. Poi, una volta scesa sulla banchina, una donna appartenente a quel gruppo l’ha colpita. Gli investigatori hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza, che avrebbero ripreso l’aggressione. Si cercano i responsabili.

Un arresto e 83 denunce complessive è intanto il bilancio per il 14esimo sabato di manifestazione no green pass a Milano. La Polizia ha arrestato un cittadino egiziano di 22 anni, già colpito da ordine di allontanamento dal territorio nazionale e con numerosi precedenti a carico, per resistenza a pubblico ufficiale. Nove persone tra i 28 e i 45 anni, appartenenti alla Comunità Militante dei Dodici Raggi, sono state bloccate in viale Abruzzi. I nove, di cui 8 residenti nel varesino e uno in provincia di Bergamo, sono stati denunciati per apologia di fascismo, manifestazione non preavvisata, interruzione di pubblico ufficio e violenza privata. Denunciate a piede libero anche 74 persone per manifestazione non preavvisata, interruzione di pubblico ufficio e violenza privata.