Erano state abbandonate in pessimo stato di conservazione, nonostante fossero patrimonio storico non solo della Sardegna ma di tutta Italia. La Guardia di Finanza di Cagliari, in collaborazione con i carabinieri, ha sequestrato 30 tra locomotive, carrozze ferroviarie e vecchie "littorine" a scartamento ridotto sullo stile del razionalismo funzionale del periodo tra i primi del ‘900 e il 1932 che erano ferme nei depositi di Monserrato, Mandas, Sassari e Macomer. Gli inquirenti valutano alcune ipotesi di reato: dal danneggiamento del patrimonio storico culturale nazionale, all’uso illecito di beni culturali, fino all’abuso d’ufficio. Le indagini condotte dalle Fiamme gialle sono partite diverse settimane fa e si sono sviluppate in sinergia con i carabinieri e in particolare i militari del Nucleo tutela patrimonio culturale. Gli investigatori di Fiamme gialle e Arma, coordinati dalla Procura, hanno effettuato verifiche all’interno delle varie stazioni ferroviarie che hanno permesso di constatare lo stato di carrozze e "littorine".