Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
20 giu 2022

Dai comici-robot alle cyber badanti. L’intelligenza è sempre più artificiale

Il mercato è in costante crescita, giro d’affari globale da quasi 400 miliardi. Ma gli italiani temono per la privacy

20 giu 2022
luca bolognini
Cronaca
featured image
l robot umanoide AILA (Artificial Intelligence Lightweight Android)
featured image
l robot umanoide AILA (Artificial Intelligence Lightweight Android)

Preparatevi a ridere con CheccoBot Zalone. Tra i tanti i progetti di ricerca sull’intelligenza artificiale (Ai) ce n’è anche uno che riguarda il senso dell’umorismo. Jon The Robot, direttamente dall’università dell’Oregon, alita già pesantemente sul collo dei nostri comici. Per ora non è che le battute siano proprio fulminanti ("Non odiate quando state provando a risolvere equazioni cinematiche inverse per prendere una tazza e vi salta fuori “Errore 453, nessuna soluzione trovata“?", resta la migliore), ma sui nostri teleschermi è comunque passato di peggio. In ogni caso, e non sono scherzi, l’intelligenza artificiale ha già cambiato il mondo in cui viviamo e nei prossimi anni diventerà uno dei mercati più importanti. Secondo Fortune Business Insights, nel 2022 il giro di affari globale sull’Ai sarà di 387,4 miliardi di dollari, che diventeranno 1,3 trilioni nel 2029. In Italia il mercato nel 2021 ha toccato quota 380 milioni di euro, registrando una crescita del 27%. Un trend che continuerà con questi ritmi anche nei prossimi anni. "L’Ai fa già parte delle nostre vite anche se molto spesso – sottolinea Alessandro Piva, direttore dell’Osservatorio sull’intelligenza artificiale del Politecnico di Milano – non ce ne rendiamo conto. Nelle nostre esperienze di acquisto online, servizi e prodotti ci vengono suggeriti sulla base delle nostre interazioni. Anche le piattaforme di contenuti video ci propongono film o serie tv tramite algoritmi che sfruttano l’intelligenza artificiale. I settori interessati sono moltissimi: si va dalla guida autonoma agli assistenti virtuali. Le sintesi degli eventi sportivi sono già generate in parte con l’Ai, in grado di identificare le azioni salienti e creare video con i momenti chiave". Non sempre, però, c’è la consapevolezza di avere a che fare con questi software. Un utente su tre, secondo una recente ricerca dell’Osservatorio, non riconosce la presenza dell’intelligenza artificiale nei prodotti o nei ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?