La zona dei grattaceli di Manhattan è una delle zone vip di New York
La zona dei grattaceli di Manhattan è una delle zone vip di New York
Anche i ricchi piangono nell’inferno di cristallo delle super-torri che negli ultimi cinque-sei anni hanno cambiato lo skyline di Manhattan: tra infiltrazioni di acqua, crepe nelle pareti, ascensori guasti e costi di manutenzione alle stelle i grattacieli altissimi e super-sottili che fanno ombra a Central Park stanno rivelando una serie di problemi che i loro inquilini miliardari non si aspettavano all’atto dell’acquisto. ...

Anche i ricchi piangono nell’inferno di cristallo delle super-torri che negli ultimi cinque-sei anni hanno cambiato lo skyline di Manhattan: tra infiltrazioni di acqua, crepe nelle pareti, ascensori guasti e costi di manutenzione alle stelle i grattacieli altissimi e super-sottili che fanno ombra a Central Park stanno rivelando una serie di problemi che i loro inquilini miliardari non si aspettavano all’atto dell’acquisto.

Il New York Times ha puntato i riflettori su 432 Park Avenue, 96 piani e 426 metri verso il cielo: mezzo decennio fa i suoi appartamenti da decine di milioni di dollari erano all’apice del mercato immobiliare, oggi gli inquilini sono ai ferri corti tra loro e con i costruttori rivelando una serie di magagne strutturali che, secondo esperti citati dal giornale, potrebbero essere comuni ad altre altissime torri della cosiddetta Billionaire Row. Non c’è solo la fuga dal Covid a rendere la vita a New York sempre meno appetibile per questi super-ricchi.

"Ero convinta che fosse il miglior edificio di New York e continuano a rappresentarlo come un dono di Dio, ma non lo è", il Times cita Sarina Abramovich, moglie di un ex executive del petrolio che nel 2016 pagò 17 milioni di dollari un appartamento "trofeo" ai piani alti: due anni fa una perdita d’acqua le ha provocato danni da mezzo milione di dollari. E immaginate poi la gioia dell’inquilino che la notte di Halloween del 2019 rimase intrappolato per un’ora e mezza in ascensore dopo che i forti venti avevano bloccato la cabina a mezz’aria. Scene da film dell’orrore. Tutti i grattacieli oscillano per il vento ma a quelle altezze eccezionali l’effetto è molto più forte. Per non parlare del rumore, un problema comune a tutti gli edifici super-alti, ha detto Luke Leung dello studio di architetti Skidmore, Owing and Merrill.

Verbali di una riunione di condominio visionati dal Times parlano di scricchiolii sinistri, botti, e "un suono come di una bomba" ogni volta che la spazzatura viene buttata in uno scivolo dei rifiuti. I problemi strutturali si sono sommati negli anni a un vertiginoso aumento delle spese condominiali (+40 per cento nel 2019) e di assicurazione.