Roma, 5 agosto 2021 - Obbligo del Green pass per il personale della scuola e anche per gli studenti universitari. Mentre per quanto riguarda i trasporti, dal primo settembre il certificato verde che attesti la vaccinazione, la guarigione del Covid o l'esito negativo di un tampone sarà richiesto sui mezzi (navi, treni e aerei) a lunga percorrenza, con capienza all'80% dei posti disponibili. Sono queste le decisioni del governo incluse nel nuovo Decreto, emerse dopo una lunga giornata di discussione, iniziata con la cabina di regia e proseguita nel Cdm.

Green pass, obbligo in mense aziendali e a scuola: scioperi e proteste dei sindacati

Green pass: le nuove Faq del governo

Green pass: chi è esente. Caos non vaccinabili

Se da domani, quindi, il pass scatta per accedere a ristoranti al chiuso, palestre, piscine e musei (qui tutti i dettagli), come promesso il 6 agosto è solo la prima tappa della road map che renderà sempre più stringente l'uso del certificato verde (qui come scaricarlo). Qui sotto le novità, con il punto sulla scuola, i trasporti e tutto il resto.

Tampone rapido in farmacia a prezzo fisso: 8 euro per i minori

Decreto Covid 23 luglio: il Pdf

Sommario

Covid, anche Toscana e Marche in rosso nella mappa Ecdc

image

Il nuovo Decreto

"Abbiamo approvato un nuovo decreto legge - .ha spiegato il ministro della Salute, Roberto Speranza, in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri -, che punta sullo strumento del green pass per gestire questa fase epidemica. I numeri davanti a noi sono incoraggianti con 70 milioni di dosi somministrate: in questa fase la scelta del governo è investire sul pass per evitare chiusure e tutelare libertà". Il provvedimento "è stato approvato all'unanimità" in Consiglio dei ministri, ha sottolineato Speranza, e "anche nel corso della Cabina di regia si è registrata un'ampia convergenza". Il decreto "non è una vittoria di parte - ha concluso - ma del Paese, perché si tratta di un provvedimento giusto" che ci aiuterà a "migliorare la situazione". 

Dal medico o in farmacia: come avere il Green pass

Scuola

Nell'anno 2021-2022 per "assicurare il valore della scuola come comunità e tutelare la sfera sociale e psico-affettiva" degli studenti, tutte le lezioni si svolgono in presenza. Si apre così il nuovo Decreto Green pass. Il testo, di 10 articoli, parte dalla scuola e stabilisce l'obbligo di mascherina (tranne sotto i 6 anni). Regioni e Comuni potranno chiudere istituti e fare lezioni in Dad solo come 'deroga' per "specifiche aree del territorio o singoli istituti", "esclusivamente in zona rossa o arancione" o per casi "eccezionali" di focolai o rischio "particolarmente elevato". "I presidenti delle regioni potranno intervenire in caso di un focolaio - ha sottolineato il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi nel corso del briefing al termine del Cdm che ha approvato il dl green pass -. Ma solo in quell'ambito, non più su tutta la regione".

Come riconoscere Green pass falsi - App per controlli e sanzioni

Riguardo, invece, l'obbligo di green pass, questo varrà per tutto il personale della scuola e anche gli studenti universitari, mentre restano esclusi gli studenti minorenni.  "Il mancato rispetto delle disposizioni - si legge - è considerata assenza ingiustificata e, a decorrere dal quinto giorno di assenza, il rapporto di lavoro è sospeso e non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominato".

"I dirigenti scolastici - ha aggiunto Bianchi - sono responsabili ma precisiamo che lo sono per quanto riguarda le attività inerenti all'applicazione della norma. E' stato precisato al punto 5 dell'articolo 1 che il personale scolastico deve controllare ma vi è da parte delle persone l'obbligo della dichiarazione".

Trasporti

Capitolo trasporti. Il green pass, ha spiegato il ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini, dal 1 settembre sarà obbligatorio su navi e traghetti interregionali - fatta esclusione per lo Stretto di Messina -, sui treni di tipo Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità, sugli autobus che collegano più di due Regioni. Obbligo di certificazione verde anche per gli autobus adibiti a servizio di noleggio con conducente, ad eccezione di quelli aggiuntivi al servizio pubblico locale e regionale. L'obbligo, viene specificato, non applica per i soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale e per i soggetti esentati dal vaccino con certificazione medica.

Zona gialla e bianca vacanze quante persone in auto

Governo e Cts hanno deciso, inoltre, di applicare "un tasso di riempimento per il tpl fissato all'80% in zona bianca, che resterà  tale anche in zona gialla", ha aggiunto Giovannini, spiegando che "questo permetterà agli enti locali di programmare meglio" l'offerta di tpl. Peraltro "stiamo cercando di orientare la domanda di trasporto non solo l'offerta" ha proseguito, ricordando che sono state "presentate le linee guida" per le aziende maggiori nelle grandi città per istituire il city manager. Giovannini ha ricordato che da un sondaggio sulle intenzioni degli italiani post-vacanze "emerge una quota significativa di persone che pensa di continuare lo smart working riducendo il peso sul tpl". 

Turismo

Nella cabina di regia si è parlato anche del settore turistico. Tra le questioni messe sul tavolo dal ministro Massimo Garavaglia quella dei ristoranti e bar degli alberghi. Per andare in hotel il Green pass non serve, ma per andare nel ristorante o nel bar dell'albergo dovremo averlo? Il Decreto 23 luglio parla di "attività svolta da qualsiasi esercizio", quindi sembra anche riferita agli alberghi. E, secondo quanto si apprende da fonti governative, i clienti degli alberghi che vogliono accedere ai ristoranti e ai bar al chiuso nelle strutture non dovranno utilizzare il green pass.

Quarantena e vaccinati

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato che la quarantena per i vaccinati con contatti stretti con positivi sarà ridotta a 7 giorni con tampone alla fine del periodo. Resta 10 giorni per i non vaccinati.

Residenti di San Marino

Una norma transitoria sul Green pass consentirà ai cittadini della Repubblica di San Marino che hanno ricevuto il vaccino Sputnik di poter circolare senza problemi in Italia, pur essendo lo Sputnik un farmaco non ancora autorizzato dall'Ema. Lo ha chiarito il ministro della Salute, Roberto Speranza, precisando che con il decreto approvato "diamo una prima indicazione per i cittadini di San Marino", all'articolo 6 è disposto che questa norma transitoria abbia validità fino al 15 ottobre. Ma questo "non significa riconoscere il vaccino Sputnik, noi ci muoviamo dentro la procedura prevista dal'Ema e noi vincoliamo l'ok ai vaccini solo all'approvazioen di Ema. La nostra è una misura di natura transitoria", così che questo arco di tempo consenta "una ulteriore valutazione".

Il vaccino Reithera

Chi ha fatto due dosi del vaccino di Reithera sarà esentato dal Green pass fino al 30 settembre, mentre chi ha fatto una sola dose avrà indicazione di fare la seconda dose con un vaccino riconosciuto, per ottenere così la certificazione verde. In pratica ai vaccinati Reithera "potrà essere rilasciato un certificato di esenzione temporanea alla vaccinazione anti-Covid-19, in formato cartaceo o digitale, al fine di consentire l'accesso ai servizi e attività di cui al comma 1, art. 3 del Dl 23 luglio 2021, n 105 (le attività per cui dal 6 agosto è prevcisto appunto il Green pass)".