Gessica Notaro. L’occhio sinistro tornerà a vedere. Lei: un miracolo

La 33enne sfigurata dall’ex sarà presto operata "In quei momenti pregai Dio di ridarmi la vista" .

Gessica Notaro. L’occhio sinistro tornerà a vedere. Lei: un miracolo

Gessica Notaro. L’occhio sinistro tornerà a vedere. Lei: un miracolo

Il regalo più bello ricevuto quest’anno, anzi "il regalo della vita", è stato il matrimonio con Filippo Bologni. Ma Gessica Notaro, dopo essere convolata a nozze (il 18 settembre scorso) con il campione di equitazione, vuole coronare presto un altro grande sogno: tornare a vedere dall’occhio sinistro. È quello rimasto lesionato dall’aggressione subita il 10 gennaio 2017 dall’ex fidanzato Edson Tavares, che quella sera la attese davanti casa e la sfregiò con l’acido.

In questi anni la showgirl riminese si è sottoposta a vari interventi chirurgici al volto, per poter riacquistare la propria identità dopo l’agguato subito. E si è già operata una volta all’occhio, nel 2019. Ma per tornare a vedere, Notaro sarà costretta a fare un trapianto di cornea. Un intervento molto delicato, ma che potrebbe ridarle finalmente la vista. "Ne ho parlato tante volte in questi anni con il medico oculista Luca Cappuccini, lo specialista che mi segue dal 2017. Mi ha sempre consigliato bene, e abbiamo concordato di fare l’operazione quando, secondo lui, sarebbe arrivato il momento giusto. E questo momento sarà molto probabilmente l’anno prossimo". Notaro non ha ancora fissato la data dell’intervento, perché "è prematuro". Ma ammette: "Sono veramente felice che questo momento stia arrivando. Mi sento miracolata".

Dell’intervento all’occhio, e anche del suo rapporto con la fede e del matrimonio con Filippo Bologni, parla a lungo Notaro in un’intervista a Di Più. La riminese, che dopo le esperienze in tv (è stata anche concorrente a Ballando con le stelle) ha ripreso a fare l’addestratrice di delfini, ricordando la sera dell’agguato dice: "Quando il mio aggressore mi gettò l’acido sul volto, invocai il Signore. Gli dissi: ti prego Dio, prenditi la bellezza, ma lasciami la vista". Lo aveva già raccontato e nell’intervista ripercorre quella sera istante per istante: "Il mio volto bruciava, ebbi solo la forza di telefonare a mia madre. Mentre ero in attesa di mamma e dei soccorsi, mi inginocchiai davanti alla statuetta della Madonna che avevo di fronte casa e chiesi aiuto a Dio. Gli promisi che se non fossi diventata cieca avrei fatto di tutto per dare una mano alle donne vittime di violenza... Lui, per fortuna, mi ha ascoltato e mi ha fatto un ulteriore regalo. A breve mi sottoporrò a un intervento chirurgico per riacquistare la vista dall’occhio sinistro". Nonostante tutto quello che ha subito, Gessica si sente "miracolata da Dio". E ha un altro sogno: "Mi piacerebbe tanto incontrare Papa Francesco".