Domenica 26 Maggio 2024
RICCARDO JANNELLO
Cronaca

Due omicidi in Germania: nasconde il corpo della nipote e spara all’ex fidanzato di lei

Il cadavere della ragazza trovato in giardino: fermato lo zio

Christian Zoda, 23 anni, e Sandra Quarta, 20 anni

Christian Zoda, 23 anni, e Sandra Quarta, 20 anni

Altre due giovani vittime italiane all’estero, stavolta nella cittadina tedesca a sud di Stoccarda. Sono state uccise in momenti diversi ma, secondo gli inquirenti, dalla stessa persona, anch’essa italiana, ora in stato di fermo in una caserma della polizia. Il movente al momento resta difficile da capire. Le vittime sono Christian Zoda, 23 anni, originario di Messina, cameriere nella pizzeria del padre, e Sandra Quarta, 20 anni. Fra di loro ci sarebbe stata tempo fa una storia, ma adesso erano solo amici pur se molto stretti. A ucciderli sarebbe stato lo zio di lei, Michele, 52 anni, fratello del padre e come lui emigrato da Novoli (Lecce) per cercare lavoro oltre venti anni fa in Germania, dove la ragazza è nata.

Fidanzati uccisi in Inghilterra "a martellate". Fermato 21enne palermitano

Di Sandra non si avevano notizie da domenica mattina. Christian era molto in apprensione e mercoledì aveva pubblicato dei post sul suo profilo Facebook con le foto dell’amica, nei quali si denunciava la scomparsa della ragazza che aveva lasciato "borsa, scarpe, giacca, occhiali e cellulare a casa; non ha contattato nessuno e non è andata al lavoro", si legge, invitando chiunque avesse notizie di avvertire subito la polizia. Poco dopo, verso mezzogiorno, Christian è stato ferito a colpi di pistola fuori dalla pizzeria di famiglia ed è morto in ospedale. Le indagini della polizia hanno portato alla figura di Michele Quarta che non ha spiegato se aveva o no sparato al ragazzo, ma ha portato gli inquirenti a scoprire il corpo di Sandra, sepolto nel suo giardino. Anche il cadavere della ragazza presentava ferite di arma da fuoco per cui è stata disposta l’autopsia di entrambi i corpi, per chiarire se a sparare è stata la stessa pistola e quando lei è deceduta. Dopo il ritrovamento del corpi della nipote Michele si è rifiutato di rispondere a ulteriori domande.