ROMA Sono settimane che il generale Francesco Figliuolo (foto), commissario straordinario per l’emergenza Covid, alza l’asticella dell’obiettivo vaccinazioni quotidiane, avvicinandola alle 500mila iniezioni al giorno. Obiettivo che potrebbe essere raggiunto a maggio e che consentirebbe, secondo le previsioni dell’Alpino,...

ROMA

Sono settimane che il generale Francesco Figliuolo (foto), commissario straordinario per l’emergenza Covid, alza l’asticella dell’obiettivo vaccinazioni quotidiane, avvicinandola alle 500mila iniezioni al giorno. Obiettivo che potrebbe essere raggiunto a maggio e che consentirebbe, secondo le previsioni dell’Alpino, completare nello stesso mese l’immunizzazione degli over 65, di tutte le persone fragili, e di avviare così, a cascata, le vaccinazioni della categorie produttive. La spinta decisiva arriva, in queste ore, dal colosso statunitense-tedesco Pfizer-Biontech: 2,2 milioni di dosi, il più grande lotto di vaccini arrivato finora in Italia in un colpo solo. A oggi, al massimo, ne erano stati inviati 1,5-1,6 milioni a settimana.

La consegna di fiale rilancerà la campagna vaccinale che, negli ultimi giorni, ha un po’ frenato dopo i record di quelli precedenti (335mila e 263mila somministrazioni rispettivamente domenica e lunedì). Sono stati superati i 20 milioni di dosi distribuite alle Regioni, che ne hanno inoculate circa il 90% e ora tornano a rischiare la penuria. In 7 giorni arriveranno 5 milioni di dosi, altri 15 milioni per metà maggio, 31 a giugno, secondo stime del Commissariato all’emergenza. Sono oltre 13 milioni gli italiani vaccinati con almeno una dose, il 21,7% della popolazione. Tra i cittadini che hanno ricevuto almeno una dose c’è il 65,5% degli over 70. Secondo Roberto Cauda, infettivologo del Policlinico Gemelli di Roma, "bisognerà aspettare fine maggio per vedere l’impatto delle vaccinazioni sui contagi e le vittime. E secondo diversi modelli matematici raggiungeremo l’immunità di gregge in autunno", aggiunge il professore.