Roma, 17 febbraio 2021 - Il bollettino di oggi del ministero della Salute - con l'aggiornamento quotidiano dell'andamento della curva epidemiologica del Coronavirus in Italia evidenzia un forte aumento dei contagiati, mentre sono in calo i ricoveri e le terapie intensive. Ecco la situazione delle singole regioni in vista dell'appuntamento del venerdì, quando cambia la mappa dei colori.

Il bollettino Covid del 18 febbraio 2021

Colori regioni: mezza Italia a rischio. Chi può finire in zona arancione

Zona bianca: regole e criteri. Svolta per lo sci, la Valle d'Aosta spera

Le news di oggi

Il tema caldo di questi ultimi giorni - e anche di oggi - è la preoccupazione dell'impatto sull'epidemia delle varianti del virus che si stanno diffondendo non solo in Italia (qui il caso Napoli) ma anche nel resto del mondo. C'è grandissima preoccupazione tra gli scienziati, anche se oggi il virologo dell'ospedale San Raffaele di Milano, Massimo Clementi, ritiene che ci sia troppo allarmismo: "Stop agli isterismi", dice. La situazione delle varianti però è complicata e in Alto Adige (già di fatto in zona rossa fino al 28 febbraio) un'ordinanza regionale stabilisce che il 22 febbraio le scuole non riapriranno in presenza.

Un altro tema è l'esternazione continua degli scienziati che inevitabilmente hanno opinioni differenti. Ma questo può disorientare la gente: è quanto pensa il governatore dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini.

La pandemia è stata al centro del discorso del premier Mario Draghi in Senato per la fiducia. Il presidente del Consiglio ha incontrato anche il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro e quello del Css, Franco Locatelli per parlare di vaccini e pandemia. All'estero, mentre la Germania conferma il lockdown duro fino al 7 marzo, fanno impressione i numeri degli Stati Uniti che registrano complessivamente quasi 500mila morti e quasi 28 milioni di contagiati.

Il bollettino Covid di oggi

Sono 12.074 i nuovi casi Covid in Italia nelle ultime 24 ore, contro i 10.386 di ieri. In aumento i tamponi, 294.411, oltre 20mila più di ieri, ma il tasso di positività registra comunque un leggero rialzo e si attesta al 4,1% (ieri 3,8%). Sale il numero dei decessi, 369 oggi (ieri 336), per un totale di 94.540 vittime da inizio epidemia. Ancora in discesa i ricoveri: in terapia intensiva si registrano 31 pazienti in meno (ieri -15) con 113 ingressi del giorno, per un totale di 2.043, mentre i ricoveri ordinari sono 189 in meno (ieri -52), e scendono a 18.274. Infine sono  3.146.842 i vaccinati totali.

Per quanto riguarda le regioni, la Lombardia è quella dove si registrano più casi nelle ultime 24 ore, 1.764, seguita da Campania (1.575) ed Emilia-Romagna (1.025).

La tabella in Pdf

Dalle regioni / Lombardia

I nuovi casi in Lombardia sono 1.764, per un tasso di positività che si attesta al 4,6% (38.296 i test effettuati, di cui 24.740 molecolari e 13.556 antigenici). Altri 29 vittime, 27.883 in totale. Calano i ricoveri in terapia intensiva dove sono occupati 363 letti (-10 da ieri); ma crescono (+47) i pazienti negli altri reparti (3.740 persone). 

Toscana

I nuovi casi registrati in Toscana sono 773 su 20.725 test di cui 13.076 tamponi molecolari e 7.649 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è del 3,73% sul totale dei tamponi e del 7,6% sulle prime diagnosi. Si contano anche 22 morti e 666 guariti.

Veneto

Sono 492 i casi in Veneto in 24 ore (ieri erano stati 638), con il totale da inizio pandemia di 322.846 malati. I decessi registrati da ieri sono 70 in più (ieri 42), con il totale a 9.621. Prosegue la discesa dei dati clinici, con 1.336 ricoverati nei reparti non critici (-46) e 134 pazienti nelle terapie intensive (-2). Zaia ha però annunciato che è stata trovata in Veneto la variante brasiliana.

Veneto: i 27 milioni di vaccini trovati sono Pfizer

Emilia Romagna

Cresce leggermente il numero dei nuovi contagi in Emilia Romagna: oggi 1025 contro i 968 registrati ieri. Ricoveri giù, con 71 pazienti in meno rispetto a ieri nei reparti Covid, mentre si contano in regione altre 31 vittime (ieri erano state 35), fra cui anche un 45enne del Ferrarese. 

Marche

Nelle Marche registrati nelle ultime 24 ore 471 nuovi casi, vale a dire il 23,3% rispetto ai 2.017 tamponi processati all'interno del percorso per le nuove diagnosi; il giorno precedente, i positivi erano stati 277, il 16,5% dei 1.675 test effettuati. Il totale dei positivi dall'inizio della crisi pandemica è salito così a 61.684. I nuovi casi sono stati individuati 56 in provincia di Macerata, 259 in provincia di Ancona, 85 in quella di Pesaro-Urbino, 17 nel Fermano, 29 nel Piceno e 25 fuori regione.

Lazio

Oggi si registrano 894 casi positivi (+134), 32 i decessi (-2) e +2.031 i guariti. Aumentano i casi, mentre diminuiscono i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende sotto al 3%.

Piemonte

Altri 959 contagi in Piemonte (di cui 120 dopo test antigenico), pari al 4,3% dei 22.151 tamponi eseguiti. Gli asintomatici sono 338 (35,2 %). Purtroppo oggi si registrano 22 decessi che porta il totale a 9.204 da inizio epidemia. 

Alto Adige

In Alto Adige sono 5 le persone decedute (come ieri) per un totale di 956. I nuovi casi registrati ieri sono 450 (ieri 564) su 9.383 tamponi processati. Le nuove positività sono 217 su 2.715 tamponi molecolari esaminati e 233 su 6.668 test antigenici effettuati. Preoccupano i 36 casi accertati tra variante inglese e
sudafricana.

Campania

I positivi del giorno sono 1.575 (di cui 135 casi identificati da test antigenici rapidi) di cui 1.388 asintomatici e 52 sintomatici. I nuovi decessi sono 14 (8 deceduti nelle ultime 48 ore, 6 deceduti in precedenza ma registrati ieri) che portano il totale a 4.053. Ieri c'erano stati meno nuovi contagi e 17 vittime.

Umbria

Crescono ancora i nuovi contagi (e i ricoverati ) in Umbria. Nell'ultimo giorno sono stati registrati 438 positivi, più 88 rispetto a ieri, 281 guariti e 11 morti. Gli attualmente positivi sono ora 8.431, 146 in più di ieri. I tamponi analizzati sono stati 4.473 e i test antigenici. 3.631. Con un tasso di positività totale del 5,4% (ieri 2,8) e del 9,79 per cento sui soli molecolari (5,2). I ricoverati in ospedale sono ora 554 (sette in più), 83 dei quali (uno in meno) in terapia intensiva.

Puglia

Oggi in Puglia si registrano 883 nuovi casi, (ieri erano stati 694) su 10.374 test, e 17 decessi. L'incidenza del numero di nuovi positivi sale all'8,5% (ieri era del 6,8% con 694 casi), mentre si dimezza il numero dei decessi rispetto ai 34 di ieri. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.458.849 test; 95.372 sono i pazienti guariti e 38.034 i casi attualmente positivi. 

Abruzzo

Continua ad aumentare in Abruzzo il numero dei contagi: oggi sono 438, (ieri erano 493) con un il tasso di positività che sale al 4,5%. I morti sono 6 (ieri 7). Aumentano i ricoveri: 15 oggi, che fanno salire il totale a 615. Per vedere numeri così alti bisogna tornare alla metà di dicembre 2020. Il tasso di occupazione delle terapie intensive è 33,3%, a fronte di una soglia di allarme pari al 30%.

Le altre regioni

In Basilicata 87 nuovi contagi e 5 decessi. In Friuli Venezia Giulia 252 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,33%. I decessi registrati sono 7. Nessun nuovo decesso e 14 nuovi contagi in Valle d'Aosta.

Le altre notizie di oggi

Zaia guida la caccia ai vaccini introvabili

Vaccino agli over 80: guida alla prenotazione

Ancona blindata: l'ordinanza