Un medico prepara una dose di vaccino anti Covid-19 (Foto Ansa)
Un medico prepara una dose di vaccino anti Covid-19 (Foto Ansa)

Roma, 16 febbraio 2021 - Parte la campagna dei vaccini anti Covid-19 per tutti gli over 80 anni. Tutte le regioni d'Italia si sono mosse con modalità diverse per la campagna vaccinale riservata agli ultra 80enni. In merito alla prenotazione molte regioni - come per esempio la Lombardia, l'Emilia-Romagna, la Toscana, hanno optato per la creazione di un portale online dedicato. Ma sono stati anche previsti numeri di telefono ad hoc. In alcuni casi è possibile contattare anche il medico di famiglia per le somministrazioni, in altri casi per chi non fosse autosufficiente e non potesse raggiungere in autonomia i centri vaccinali, è stata prevista anche la vaccinazione a domicilio. Ma vediamo dunque con questa guida, regione per regione, come fare per prenotare il vaccino anti Covid-19 riservato agli over 80. 

Bollettino Covid del 16 febbraio

Piemonte

Da lunedì 15 febbraio le persone con più di 80 anni (nati nel 1941 compresi) possono segnalare la loro volontà di ricevere il vaccino al proprio medico di famiglia. Ogni medico indicherà eventuali priorità sulla base del quadro clinico dell’assistito e ne registrerà l’adesione sull’apposita piattaforma regionale. L’Asl di competenza provvederà a definire gli appuntamenti e a indicare luogo, data e ora della convocazione per la vaccinazione tramite sms o mail (si può indicare anche un cellulare/mail di un parente o altra persona fidata). La somministrazione delle dosi avverrà a partire dal V-Day per gli over 80 del 21 febbraio nei 97 centri vaccinali finora individuati, aumentati rispetto ai 61 inizialmente previsti per raggiungere capillarmente tutte le zone del Piemonte. Chi non sarà in grado di spostarsi sarà vaccinato a domicilio a cura dell’Asl di appartenenza.

Sempre dal 15 febbraio il personale, docente e non docente, in servizio presso gli istituti scolastici e universitari pubblici e privati, compresi quelli di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM) ed i servizi educativi privati e paritari potrà manifestare la propria volontà di aderire alla vaccinazione anti Covid-19 tramite il portale www.ilpiemontetivaccina.it Le prime inoculazioni verranno effettuate dal 19 febbraio. In questa fase per avviare la campagna verrà usato il vaccino AstraZeneca indicato per la popolazione con meno di 55 anni. Gli over 55 possono comunque manifestare la propria adesione sul portale e saranno convocati successivamente con le modalità e le tempistiche previste dal Piano nazionale. Coloro che invece soffrono di particolari patologie non dovranno usare il portale per manifestare l’adesione perché saranno informate successivamente in modo specifico sulle modalità di vaccinazione loro riservate.

Covid, la nuova mappa Ue: Sardegna arancione, tre in rosso scuro

Lombardia

Per ricevere informazioni sull'adesione alla campagna vaccinale over 80 in Lombardia da sabato 13 febbraio è possibile chiamare il numero verde per l'emergenza Covid 800.89.4545 istituito dalla Regione Lombardia. Per la prenotazione ci si può rivolgere al medico di famiglia, alla farmacia, o al portale dedicato (vaccinazionicovid.servizirl.it). La somministrazioni delle dosi avrà avvio da giovedì 18 febbraio. L'ora X per le prenotazioni è scattata alle 13 di lunedì 15 febbraio. Nessun problema di ingresso nel sito, ma lunga l'attesa in coda “virtuale”.

La richiesta di prenotazione della vaccinazione anti Covid può essere eseguita dal cittadino stesso, ma possono compilare il format anche i familiari e i caregiver della persona da vaccinare, purché muniti dei dati obbligatori. Per la richiesta della vaccinazione è necessario avere a portata di mano la tessera sanitaria del soggetto da vaccinare e il numero di cellulare o un telefono fisso. Le persone con 80 anni e più che non possono uscire di casa, perché allettate o in condizioni di grave infermità/invalidità potranno esprimere la volontà di aderire alla campagna vaccinale rivolgendosi al proprio medico di medicina generale, che resta il riferimento clinico e sanitario principale a cui rivolgersi. L'adesione potrà anche essere manifestata al medico curante da parte di un familiare o di un assistente della persona gravemente disabile che intenda vaccinarsi, purché munito di Tessera sanitaria del soggetto da vaccinare e un numero di cellulare o telefono fisso. E' possibile anche prenotarsi presso la rete delle farmacie. 

L’adesione alla campagna vaccinale prevede due fasi: primo passo è l’adesione e solo successivamente sarà comunicata per sms (o a un numero fisso per chi non ha il cellulare) la prenotazione dell’appuntamento. Qualche giorno prima della vaccinazione, un SMS ricorderà al cittadino l'appuntamento fissato.

Veneto

A partire dal 15 febbraio 2021, verrà progressivamente chiamata - con una lettera di invito alla vaccinazione in cui sono riportati luogo, data e ora dell'appuntamento - la popolazione anziana iniziando dai soggetti ultra 80enni, possando poi aegli 80enni (nati nel 1941) e successivamente a partire dal 22 febbraio 2021 con quella dei nati nel 1940. Proseguirà con la chiamata della coorte degli 82enni (nati nel 1939) a partire dal 8 marzo 2021, e con la coorte degli 83enni (nati nel 1938) a partire dal 15 marzo 2021. La vaccinazione sarà condotta presso i Centri di Vaccinazione di Popolazione (CVP). Al momento della somministrazione della prima dose sarà garantito l’appuntamento per la seconda dose. A partire dal 22 febbraio 2021 prenderà avvio la vaccinazione dei soggetti fragili affetti da comorbilità severe e/o immunodeficienza. Per i soggetti affetti da particolari condizioni patologiche che richiedono terapie specifiche da effettuarsi in altri Paesi potrà essere valutata l’opportunità di offrire la vaccinazione per consentire l’accesso alle cure.

Emilia Romagna

Quasi 370mila cittadini. Tanti sono gli emiliano-romagnoli con 80 anni e più che hanno ricevuto o stanno ricevendo a casa una lettera, a firma del presidente della Regione Stefano Bonaccini, con l’invito a prenotarsi e tutte le informazioni utili per farlo. Le prenotazioni sono scattate lunedì 15 febbraio i cittadini emiliano-romagnoli di 85 anni e oltre (dunque, i nati nel 1936 o negli anni precedenti) potranno prenotare il vaccino antiCovid, con le prime vaccinazioni che saranno effettuate già il giorno successivo, martedì 16. Nella prima giornata per alcune ore le linee telefoni che sono state intasate, il fasciscolo sanitario elettronico fuori uso e anche il servizio Cupweb aveva problemi, risolti poi n ella seconda parte della giornata. Dall'1 marzo sarà la volta dei nati tra il 1937 e il 1941, quindi di coloro che hanno dagli 80 agli 84 anni.

È possibile prenotare con i consueti canali, dunque recandosi agli sportelli dei Centri Unici di Prenotazione (Cup), o nelle farmacie che effettuano prenotazioni Cup; online attraverso il Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse), l’App ER Salute, il CupWeb (www.cupweb.it); oppure telefonando ai numeri previsti nella Usl di appartenenza per la prenotazione telefonica.

Questi i numeri, da Piacenza alla Romagna, dove chiamare, e i relativi orari:

- Ausl Piacenza 800 651 941, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18;

- Ausl Parma 800 608 062, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 16; sabato dalle 9 alle 13;

- Ausl Reggio Emilia 0522 338799, dal lunedì al sabato dalle 7.45 alle 18;

- Ausl Modena 059 2025333, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18; sabato dalle 8 alle 13;

- Ausl Bologna 800 884 888, dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 17.30; sabato dalle 7.30 alle 12.30;

- Ausl Imola 800 040 606, da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 17:30; sabato dalle 8.30 alle 12.30;

- Ausl Ferrara 800 532 000, da lunedì a venerdì, dalle 8 alle 17; sabato dalle 8 alle 13;

- Ausl Romagna 800 002 255, da lunedì a venerdì, dalle 7.30 alle 19; sabato dalle 7.30 alle 13.30

All’atto della prenotazione, al cittadino saranno comunicati la data, il luogo dove recarsi e tutte le ulteriori informazioni necessarie. Nel caso in cui si sia impossibilitati ad essere trasportati per effettuare la vaccinazione, ci si può rivolgere direttamente alla propria Azienda Usl. Per prenotarsi non serve la prescrizione medica: bastano i dati anagrafici - nome, cognome, data e comune di nascita - o, in alternativa, il codice fiscale.

Toscana

Dal 9 febbraio  sono state aperte le prenotazioni per la vaccinazione anti Covid-19 con il vaccino AstraZeneca attualmente disponibile, fino ad esaurimento dosi, solo per le seguenti categorie:

- Personale scolastico e universitario, docente e non docente, di ogni ordine e grado di età compresa tra i 18 e i 55 anni 

- Forze armate e di polizia (forze armate, polizia di stato, guardia di finanza, vigili del fuoco, polizia municipale, polizie locali, ecc.) di età compresa tra i 18 e i 55 anni 

Sarà possibile prenotare sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it, e la vaccinazione avverrà recandosi presso uno dei punti vaccinali della regione tra quelli proposti in fase di prenotazione.

Persone con più di 80 anni:
A partire da metà febbraio le persone con più di 80 anni saranno contattate personalmente dal proprio medico di famiglia che comunicherà loro il giorno e il luogo della vaccinazione.
Per chi è impossibilitato a muoversi la vaccinazione sarà effettuata al domicilio.

Trentino Alto Adige

In Trentino la campagna per i vaccini anti-Covid è diversificata a seconda della provincia. 

A Trento, la vaccinazione va prenotata tramite la pagina web del Cup (https://cup.apss.tn.it/). Per procedere con la prenotazione basta munirsi di tessera sanitaria e scegliere la sede vaccinale di riferimento. Prenotando la prima somministrazione viene automaticamente prenotata anche la seconda. Per avere supporto alla prenotazione è disponibile il numero verde 800867388 attivo da lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 14. 

Nella provincia di Bolzano, la campagna è organizzata dai comprensori sanitari. Sono disponibili i seguenti numeri di telefono per avere ulteriori informazioni: 0471457457 da lunedì a venerdì dalle 8 alle 16 oppure 0471100999 da lunedì a venerdì dalle 8 alle 16.

Marche

Dal 12 febbraio alle ore 14  è statata la possibilità di prenotare le vaccinazioni anti-Covid-19 degli ultraottantenni attraverso il sistema delle Poste  https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it o tramite il numero verde 800.00.99.66.

Per la prenotazione online, oltre ai dati personali dell’utente, bisogna disporre del numero di tessera sanitaria e del codice fiscale, e di un numero di cellulare al quale verrà notificata la conferma. All’utente prenotato verrà immediatamente comunicato il giorno, la sede dove verrà somministrato il vaccino e l’orario in cui ci si deve presentare al Punto di Vaccinazione.

La somministrazione del vaccino Pfizer-BioNTech o Moderna inizierà, con la prima dose, dal 20 febbraio. Per le persone che non sono in grado di deambulare o di essere accompagnate la vaccinazione sarà eseguita dall’Asur mediante i Medici di medicina generale ovvero dalle altre strutture territoriali ADI.

Umbria

Dal 12 di febbraio al 24 febbraio è attiva la possibilità per gli ultraottantenni di prenotare la loro vaccinazione anti Covid 19, aperta esclusivamente i cittadini nati nel 1940 e nel mese di gennaio 1941. Dal 25 febbraio sarà possibile prenotare per tutti i cittadini nati da febbraio a dicembre 1941, quelli nati nel 1939 e in tutti gli anni precedenti. Per prenotare il cittadino avrà a disposizione due modalità: il portale web dedicato e presso tutte le farmacie.

Per prenotare dal portale web sarà sufficiente disporre del codice fiscale e del numero di cellulare. Una volta effettuata la prenotazione il cittadino riceverà un sms di con l’indicazione del luogo e dell’ora in cui dovrà presentarsi, sia per la prima dose sia per la seconda.

È attivo il numero verde dedicato 800.192.835, che fornisce assistenza ai cittadini dalle 8 alle 20, 7 giorni su 7.  Attraverso il numero verde sarà garantita la cancellazione della prenotazione. I cittadini ultraottantenni fragili che non potranno recarsi ai punti vaccinali, NON dovranno prenotare in quanto saranno vaccinati a domicilio dal Medico di famiglia.

Liguria

La prenotazione  per le persone nate prima del 31 dicembre 1941 a partire dal giorno 15 febbraio 2021 alle ore 23 può avvenire online. Per gli altri over ottanta c'è il seguente calendario.

Ulteriori modalità di prenotazione:

- il 16 febbraio gli over 90

- il 17 febbraio gli over 85

- dal 18 febbraio potranno prenotare tutti i cittadini con più di 80 anni.

Numero verde 800.93.88.18 - attraverso il Call Center CUP attivo dal giorno 16 febbraio 2021 alle ore 6.

Sportelli CUP / Sportelli ASL e Aziende ospedaliere. Accesso in funzione delle modalità e degli orari di apertura delle diverse sedi (informazioni di dettaglio disponibili sui siti web delle singole aziende sanitarie e ospedaliere).

Si sottolinea che NON devono effettuare la prenotazione:

- Gli over 80 dimessi dagli ospedali per patologie diverse dal covid

- Gli over 80 in possesso dei requisiti per la vaccinazione al domicilio, che saranno contattati direttamente dalla Asl di appartenenza.

- Gli over 80 residenti nei Comuni fino a 5mila abitanti, per cui le Asl insieme ai sindaci stanno organizzando giornate mirate di vaccinazione in loco. Tutte le informazioni saranno diffuse dai Comuni.

Friuli Venezia Giulia

Dal 10 febbraio è stato possibile per tutti i cittadini che abbiano compiuto 80 anni prenotare la vaccinazione contro il COVID-19, la cui somministrazione inizierà il 15 febbraio.

La vaccinazione si può prenotare tramite il CUP delle Aziende Sanitarie e delle farmacie, oppure tramite il Call center al numero unico 0434 223522.

Le vaccinazioni verranno effettuate nelle sedi ospedaliere o distrettuali che verranno indicate all’atto della prenotazione. Per i cittadini rientranti in questa categoria di età che presentano una condizione di fragilità nota, le Aziende Sanitarie provvederanno direttamente alla chiamata e alla vaccinazione a domicilio.

Lazio

Da lunedì 1° febbraio le persone con età pari o superiore ad 80 anni hanno potuto prenotare il proprio vaccino anti COVID-19. Sono inclusi nella campagna di vaccinazione anche tutti i nati nel 1941. Per prenotare è sufficiente il codice fiscale. Potranno prenotare la vaccinazione anche familiari o conoscenti, con il codice fiscale della persona interessata. La somministrazione dei vaccini è iniziata l'8 febbraio.

Al momento della prenotazione sarà possibile scegliere il luogo dove vaccinarsi, in base alla disponibilità.

Con la prenotazione del primo vaccino sarà automaticamente prenotato anche il richiamo, da effettuare sempre nella stessa sede.

Tre giorni prima dell'appuntamento prenotato, un sms ricorderà l'appuntamento fissato.
 Il numero per assistenza alla prenotazione o eventuali disdette 06 164161841.
Attivo dal lunedì al venerdì con orario 7.30 - 19.30, sabato con orario 7.30 - 13.00.

Le persone over 80 con motivi accertati di non autosufficienza possono richiedere la vaccinazione a domicilio chiamando il Numero Verde 800 118 800 attivo 7 giorni su 7 dalle ore 8 alle 20.

Gli operatori del Numero Verde raccoglieranno le informazioni necessarie e invieranno le richieste alla Asl competente, che contatterà i richiedenti per prenotare la vaccinazione a domicilio.
In questo caso non è necessario prenotare attraverso il sistema web.

Da lunedì primo marzo partirà la vaccinazione anti Covid-19 negli studi dei medici di famiglia di Roma e del Lazio. Daii medici cio famiglia non saranno vaccinati gli anziani, a cui continueranno ad essere destinate le dosi dei vaccini Moderna e Pfizer somministrate presso i centri allestiti dalla Regione Lazio, ma, con il vaccino AstraZeneca, le persone con età compresa tra i 18 e i 55 anni.

Valle d'Aosta

In Valle d'Aosta le vaccinazioni per gli ultra 80enni sono iniziate lunedì 8 febbraio. Per prenotare è sufficiente telefonare allo 0165546222, tutti i giorni dalle 08 alle 20. Sono stati previsti quattro punti di vaccinazione territoriali, attivi sette giorni su sette: uno o due centralizzati a servizio della città di Aosta e delle Unité Grand-Combin, Monte Emilius e Grand Paradis e altri tre punti di somministrazione presso i poliambulatori di Donnas, Chatillon e Morgex.

Abruzzo

È attiva da lunedì 18 gennaio, la piattaforma telematica della Regione per la manifestazione di interesse alla vaccinazione anti Covid 19 per gli ultra 80enni, portatori di disabilità (con il loro caregiver) e categorie fragili (in possesso di esenzione per malattia cronica o rara). L’adesione è libera e volontaria, non è vincolante e i soggetti saranno successivamente contattati dalla Asl di appartenenza per ricevere tutte le informazioni ai fini della sottoscrizione del consenso informato.

Per accedere alla piattaforma è necessario preliminarmente munirsi del proprio codice fiscale e del numero di tessera sanitaria (e del codice di esenzione per le categorie fragili).

Campania

Dal 31 gennaio è attiva la piattaforma telematica per l’adesione al piano vaccinazioni riservato ai cittadini campani che hanno 80 anni di età o più. Il link per prenotarsi è https://adesionevaccinazioni.soresa.it/. Possono aderire anche coloro che compiono gli 80 anni nell’arco del 2021. Al momento dell’adesione, è necessario fornire un indirizzo email e un recapito cellulare, che saranno utilizzati in fase di convocazione per la somministrazione della prima dose del vaccino. La piattaforma richiede la verifica del numero di cellulare fornito tramite un codice inviato via SMS. Sarà cura del centro vaccinale procedere con la successiva convocazione, che avverrà al termine della prima fase della campagna, quindi al termine della somministrazione delle seconde dosi a chi si è già vaccinato con la prima.

Basilicata

In Basilicata la campagna vaccinale per gli ultra 80enni è partita dal comune di Forenza. A differenza di quanto avviene in altre regioni, dove è stata attivata una piattaforma online dedicata per le prenotazioni, in Basilicata il piano è stato programmato dalla Regione sulla base dell'età dei residenti. La somministrazione prosegue quindi a Castelsaraceno, San Chirico Raparo, Trivigno, San Fele e San Paolo Albanese, in provincia di Potenza. Intanto i sindacati dei pensionati (Uilp Fnp e Spi) denunciano la mancanza di chiarezza sul piano vaccinale della Regione e in particolare sulle modalità di prenotazione dei vaccini per gli ultra 80enni. 

Puglia

La possibilità di prenotarsi è scattata da giovedì 11 febbraio,  dalle ore 14.00, sarà possibile prenotare il vaccino anticovid per gli ultraottantenni. La vaccinazione potrà essere effettuata in ambulatorio o a domicilio. La prenotazione per la vaccinazione in ambulatorio può avvenire in tre modi: di persona in farmacia,  per telefono al Centro Unico di Prenotazione (CUP) delle ASL, sul portale PugliaSalute https://www.sanita.puglia.it/. (il servizio è in fase di attivazione). Al momento della prenotazione verrà indicato il giorno, l'ora e il luogo della vaccinazione.La prenotazione per la vaccinazione a domicilio può avvenire in due modi: di persona in farmacia o per telefono Centro Unico di Prenotazione (CUP). Chi si prenota verrà ricontattato per fissare l'appuntamento a domicilio. In farmacia: è possibile prenotare la vaccinazione presso le farmacie abilitate al servizio Farmacup, portando con sé la tessera sanitaria dell’interessato, che si potrà recare di persona o incaricare altri.

Calabria

La Regione Calabria informa che i pazienti da vaccinare saranno contattati direttamente dalla Asl. Al momento, data l'assenza di una sezione dedicata sul sito della Regione, pare che verranno coinvolti anche i medici di base per la somministrazione dei vaccini agli ultra 80enni. 

Molise

In Molise le prenotazioni per i vaccini anti Covid-19 rivolti agli ultra 80enni sono partite lo scorso 10 febbraio. Ci si può prenotare su questo sito: https://adesionivaccinazionicovid.regione.molise.it/app/f?p=300:73. Le adesioni sono aperte solo per la vaccinazione anti Covid-19 con i vaccini Pfizer/BioNTech e Moderna  disponibili solo per gli assistiti molisani domiciliati in Molise che hanno compiuto 80 anni o che compiranno l'80esimo anno di età nel corso del 2021 (quindi nati prima del 31/12/1941). Per chi non fosse autosufficiente e non riuscisse a recarsi presso un centro vaccinale neppure se accompagnato da un familiare, la vaccinazione verrà fatta a domicilio. La compilazione della scheda online di adesione (a questo sito: https://adesionivaccinazionicovid.regione.molise.it/app/f?p=300:73) può essere fatta anche da un familiare o tutore o altro soggetto che la compila in nome e per conto dell'assistito ultra 80enne. Riguardo al contatto telefonico (cellulare) va inserito un numero sul quale perverranno gli sms sia per la validazione della scheda sia per le comunicazioni successive riguardo al giorno e al luogo di convocazione per la somministrazione del vaccino. 

Sardegna

La prenotazione avverrà sul sito sito https://cupweb.sardegnasalute.it., fra qualche giorno sulla pagina sarà pubblicata una finestra, con questa intestazione «adesione vaccinazione», o una molto simile, con l’indicazione delle categorie comprese in questa fase della campagna. la prima, come annunciato, sarà quella degli ultraottantenni, poi gli insegnanti e le forze dell’ordine. tutti dovranno inserire le informazioni personali per essere identificati: codice fiscale, numero della tessera sanitaria, recapito telefonico ed eventuale indirizzo mail. Oppure sarà possibile accedere alla piattaforma con l’identità digitale e quindi il codice spid. entro la stessa giornata, almeno stando alle previsioni, il vaccinando dovrebbe ricevere la conferma di quando, compresa l’ora, e dove gli sarà somministrata la dose. gli over 80 dovrebbero avere la possibilità di prenotarsi anche telefonicamente (probabilmente chiamando al 1533) o presso il medico di famiglia.

Sicilia

Dall'8 febbraio è possibile prenotarsi sul sito: https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/cit/#/login. La prenotazione può essere effettuata anche dai familiari o assistenti, sarà sufficiente la tessera sanitaria della persona che intende vaccinarsi. Con la prenotazione è possibile individuare, in base al proprio CAP, la sede vaccinale più vicina e scegliere la data e l’orario in base alle disponibilità. I cittadini che per ragioni di non autosufficenza sono impossibilitati a raggiungere autonomamente i centri vaccinali, possono usufruire del servizio di vaccinazione a domicilio (operativo a partire dal 1 marzo 2021). È possibile effettuare la prenotazione anche tramite Call Center telefonando al numero verde 800-009966 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle 18:00 (esclusi sabati e festivi).