Mercoledì 29 Maggio 2024

Botti di Capodanno: feriti in tutta Italia. Amputata mano a due bimbi a Taranto

Nella notte gli interventi dei vigili del fuoco sono stati 646. A Milano un 25enne ferito da un colpo d'arma da fuoco. A Roma 59 auto distrutte dalle fiamme dopo i petardi esplosi

Roma, 1 gennaio 2023 - Botti e petardi nella notte di Capodanno, arriva il bilancio di feriti e arresti in seguito ai festeggiamenti. Il Viminale ha reso noto che gli arresti sono stati 35, mentre le persone denunciate sono state 273. Sono stati invece 646 gli interventi dei vigili del fuoco per incendi riconducibili ai festeggiamenti per la fine del 2022.

Lo scoppio di botti e petardi ha lasciato una scia di feriti in tutta in Italia. Il caso più grave si è verificato in Puglia, dove un bambino di 10 anni ha dovuto subire l'amputazione della mano destra a causa dell'esplosione di un petardo. L'incidente è successo a Taranto. Il bimbo è stato portato in ospedale dai familiari poco dopo la mezzanotte. Non ancora chiara la dinamica dell'episodio di cui è rimasto vittima. I medici non sono riusciti a salvare l'arto.

Parte della mano destra e delle dita sono state amputate anche a un bimbo di 8 anni che era in strada nel rione periferico di Paolo VI nel capoluogo pugliese. Il piccolo è giunto in mattinata all'ospedale di Taranto ma per la gravità delle sue condizioni è stato subito trasferito al Policlinico di Bari dove i medici hanno dovuto effettuare l'amputazione. Il bambino ha anche problemi agli occhi perché il petardo gli è esploso in faccia.

Sempre a Taranto, prima dello scoccare della mezzanotte, i carabinieri hanno posto agli arresti domiciliari un 42enne nel cui appartamento sono stati trovati 66 chili di materiale pirotecnico illegale. Il materiale esplodente è stato sequestrato e distrutto dagli artificieri.

Festeggiamento per il Capodanno in piazza Duomo a Milano (Ansa)
Festeggiamento per il Capodanno in piazza Duomo a Milano (Ansa)

A Milano un 25enne di origini marocchine è stato ferito da un colpo d'arma da fuoco. È accaduto poco prima dell'una in un locale di periferia, nella zona sud-ovest della metropoli. Rintracciato e arrestato un uomo che avrebbe esploso il colpo: si tratta di un 43enne con precedenti penali e residente nella zona. Secondo una prima ricostruzione, il 25enne ferito era all'interno di un locale in via Giambellino a festeggiare il Capodanno quando è stato colpito al braccio da un colpo d'arma da fuoco esploso dalla strada, sparato dal presunto autore del gesto con il quale poco prima avrebbe avuto una banale lite. L'uomo ora dovrà rispondere di tentato omicidio e porto abusivo di arma da fuoco.

A Torino un 31enne è rimasto ustionato al viso e alle mani a causa di un fuoco di artificio. L'uomo, trasportato all'ospedale Cto del capoluogo piemontese ha riportato ustioni che interessano il 7% del corpo.

In Puglia, i botti di fine 2022 hanno portato sette feriti nel Leccese. Un uomo a Gallipoli è stato ricoverato presso il reparto di ortopedia dell'ospedale locale a causa delle gravi ferite riportate ad una mano. L'esplosione di un petardo ha causato ferite gravi alla mano, nel corso della notte si è reso necessario un intervento chirurgico per l'asportazione di un dito. Le sue condizioni non sono gravi. Altre quattro persone sono ferite in ospedale in tutta la provincia con ferite da scoppio. Le condizioni più gravi sono quelle di una quinta persona, un uomo di 80 anni colpito da un petardo al volto mentre si affacciava al balcone di casa a Torre San Giovanni.

A Napoli il bilancio dei feriti per i botti di Capodanno ha raggiunto quota 16. Dei 16 feriti, 13 sono solo nella città di Napoli e cinque sono minorenni. In provincia i ferimenti si sono verificati a Frattamaggiore, per un maggiorenne ed un minorenne, e a Pozzuoli dove per la ferita alla mano di un minorenne la prognosi è di trenta giorni.

A Caserta un ventiduenne di San Tammaro ha perso due dita della mano destra nell'esplosione di un fuoco d'artificio. Il giovane è giunto nell'ospedale di Caserta, dove gli sono state amputate due dita della mano destra, ed è poi stato traferito all'ospedale Pellegrini di Napoli per una lesione all'occhio destro.

Nel Salernitano si contano invece 4 feriti, di cui due in maniera lieve. Il ferimento più grave riguarda un 47enne, ricoverato nel reparto di oculistica di Vallo della Lucania per un trauma facciale che ha ricevuto una prognosi di 25 giorni.

Capodanno di fuoco a Roma, dove sono 59 le auto distrutte o danneggiate dalle fiamme dopo i petardi esplosi dalla mezzanotte alle 5 del mattino in varie zone della Capitale. A fuoco anche due cassonetti e un monopattino. Poco dopo la mezzanotte i carabinieri sono intervenuti in via Keren, in zona Nomentana, dopo la segnalazione al 112, per l'incendio di un veicolo. A poca distanza, in Circonvallazione Nomentana, i carabinieri della stazione viale Eritrea sono intervenuti, insieme ai vigili del fuoco, per tre veicoli andati a fuoco: due Ford Transit e una Opel Corsa. I militari della stazione Appio Quarto Miglio sono invece intervenuti in via Appia Nuova, al civico 1160, dove 24, tra furgoni e vetture, sono state incendiate davanti ad una agenzia di noleggio. Altre 28 auto sono andate a fuoco nella notte in una autorimessa in via Pietro Tomei, nella zona di Cinecittà: 14 sono state distrutte e altre 14 danneggiate. Nessun intossicato. Altre tre auto a fuoco in via della stazione Prenestina Panda: si tratta di due furgoncini e una Citroen C 3. Due cassonetti Ama e un monopattino sono stati infine incendiati in piazza San Cosimato, a Trastevere. Sul posto vigili del fuoco e carabinieri.