Bollettino Coronavirus Italia, le cifre del contagio del 12 ottobre. La tabella Covid

Gli aggiornamenti sull'incremento di casi totali, attualmente positivi, morti, guariti, ricoveri e terapie intensive. Varato il nuovo Dpcm di ottobre

Coronavirus, un'operatrice sanitaria si prepara prima di effettuare i tamponi (Ansa)
Coronavirus, un'operatrice sanitaria si prepara prima di effettuare i tamponi (Ansa)

Roma, 12 ottobre 2020 - Il bollettino con le cifre sul Coronavirus in Italia del 12 ottobre è arrivato nel pomeriggio, come di consueto. Sono pù di 4.600 nuovi casi e  il numero delle vittime sfiora 40. Ennesimo balzo di ricoveri e terapie intensive. Intanto nella notte firmato il nuovo Dpcm di ottobre. E il Comitato tecnico Scientifico fornisce le prime indicazioni sulle nuove norme anti Covid (quarantena più breve, aumento delle precauzioni e più controlli). In generale l'obiettivo è evitare un lockdown o misure che portino un danno economico eccessivo, tutelando la salute. Il ministro della Salute Roberto Speranza ribadisce i limiti per le Regioni: "Queste potranno imporre norme più restrittive, non il contrario". Sul fronte della ricerca, uno studio dell'Agenzia scientifica nazionale australiana, afferma che il Coronavirus può sopravvivere su oggetti come banconote o telefoni cellulari fino a 28 giorni. I ricercatori del Commonwealth Scientific and Industrial Research (Csiro) hanno testato la longevità del virus al buio e a tre temperature diverse, dimostrando che il periodo di sopravvivenza diminuisce alle temperature più alte.

Coronavirus, il bollettino del 13 ottobre. Dati e tabella

Coronavirus, quarantena a 10 giorni. Altolà Inps: l'isolamento non è malattia

Il bollettino di oggi

Oggi 4.619 nuovi casi (con 85mila tamponi) e 39 morti. Ricoveri +302, terapie intensive +32. Ha raggiunto quota 82.764 il numero degli attualmente positivi, con un incremento di 3.699 nelle ultime 24 ore: di questi, oltre a quelli in rianimazione, 4.821 sono ricoverati nei reparti ordinati (+302) e 77.491 sono in isolamento domiciliare (+3.355). I dimessi e i guariti, infine, sono 891 più di ieri per un totale dall'inizio dell'emergenza di 240.600.

Il bollettino dell'11 ottobre

Le notizie locali / Lombardia

Oggi in Lombardia sono stati registrati 696 casi, di cui 74 'debolmente positivi' e 5 a seguito di test sierologico. I morti sono stati 3, per un totale dall'inizio dell'epidemia di 16.988. I tamponi effettuati sono stati 13.934 (totale complessivo: 2.332.922), con una percentuale rispetto ai positivi pari al 4,9%. I guariti/dimessi sono 163 (totale complessivo: 83.353, di cui 1.472 dimessi e 81.881 guariti); mentre i pazienti in terapia intensiva aumentano di 2 unità (50) e i ricoverati crescono di 30 (463). Ieri, a fronte di 15.590 tamponi, c'erano stati stati 1.032 positivi e 3 morti. Dei 696 nuovi casi lombardi oltre la metà, precisamente 363, si registrano in Provincia di Milano, di cui 184 nel capoluogo. Alla Provincia di Milano segue quella di Varese, con 52 casi, Bergamo con 45, Brescia con 44, Monza Brianza con 41, Pavia con 31, Lecco con 34, Como con 26, Lodi con 11, Sondrio con 4, Mantova con 3.

Campania

Resta stabile in Campania il trend dei positivi, ma diminuisce il numero di tamponi processati. Nelle ultime 24 ore i nuovi casi di Covid-19 segnalati dall'unità di crisi della Regione sono 662 su 7.405 tamponi. Nella giornata di ieri i positivi erano stati 633 su 9.232 tamponi. Non ci sono nuovi casi di decesso.

Toscana

In Toscana sono 466 in più i casi totali rispetto a ieri (335 identificati in corso di tracciamento e 131 da attività di screening). L'età media dei nuovi casi è di 43 anni circa. I guariti crescono dello 0,9% e raggiungono quota 10.942 (58,7% dei casi totali). I tamponi eseguiti sono 8.958.

Piemonte

Restano critici, in Piemonte, i dati dell'emergenza Coronavirus. Nelle ultime 24 ore, l'Unità di crisi regionale ha registrato 409 contagi (250 asintomatici), contro i 499 di ieri, e tre decessi, contro i due comunicati ieri. I tamponi processati sono stati 6.480, rispetto agli 8.588 di ieri. In aumento i ricoverati: 24 in terapia intensiva (+2) e 378 non in terapia intensiva (+24).

Lazio

Aumenta il numero dei nuovi positivi nel Lazio. "Su circa 14mila tamponi oggi si registrano 395 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi casi erano stati 371 su oltre 13mila tamponi eseguiti. Otto i decessi e 197 i guariti.

E' morto il papà di Francesco Totti. Enzo era positivo al Covid

Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna 337 nuovi casi, di cui 132 asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Registrato anche un decesso. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 42,5 anni. Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano in quelle di Bologna (68), Modena (56), Piacenza (44), Rimini (34), a Forlì (33), Reggio Emilia (25), Parma (25), a Cesena (22), Ferrara (15) e Ravenna (11). Crescono i ricoveri: sono 25 i pazienti in terapia intensiva (+2 rispetto a ieri) e 284 (+30) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

Veneto

Il Veneto registra 328 nuovi casi di positività nelle ultime 24 ore e una vittima in più. Prosegue quindi il trend di forte ripresa dei contagi, su ritmi simili a marzo-aprile scorsi. Il numero totale di infetti sale a 31.831, quello dei morti (tra ospedali e case di riposo) si porta a 2.219 (+1). Scende rispetto a ieri il dato dei soggetti in isolamento, 11.019 (-392), dei quali 3.369 positivi. Riprendono a crescere, invece, i ricoveri nei normali reparti ospedalieri, 339 (+8), e quelli in terapia intensiva, 37 (+5).

Liguria

Sono 186 i nuovi casi in Liguria su 1.570 tamponi eseguiti, meno della metà di quelli indicati iri nel consueto bollettino diffuso da Regione Liguria in base ai dati flusso Alisa-Ministero. Le persone in terapia intensiva sono 24 mentre sono 285 gli ospedalizzati. Il numero maggiore di nuovi casi è nell'Asl 3 genovese: sono 119. I deceduti sono due.

Umbria

Record di tamponi eseguiti in un solo giorno in Umbria, 4.509, 233.252 dall'inizio della pandemia. Hanno portato ad accertare 148 nuovi positivi, 3.472 in totale, secondo quanto emerge dal sito della Regione. Registrati anche altri due morti, 90 totali. Sale ancora, da 67 a 70, il numero dei ricoverati in ospedale, nove (stabili) in terapia intensiva. Certificati altri 12 guariti, 2.007 in tutto, con gli attualmente positivi in crescita da 1.241 a 1.375.

Puglia

In Puglia sono stati registrati, con 2.433 test, 136 casi positivi: 114 in provincia di Bari, 24 nella provincia BAT, 4 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto, (17 casi residenti fuori regione sono stati riclassificati e riattribuiti). Sono stati registrati 6 decessi.

Sardegna

Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi della Sardegna si registrano 129 nuovi casi, 105 rilevati attraverso attività di screening e 24 da sospetto diagnostico. Si registra anche una vittima di 78 anni residente nel Sud Sardegna. I tamponi crescono di 1.578 test rispetto all'ultimo aggiornamento. Sono invece 157 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+17 rispetto al dato di ieri), mentre 23 (+1) sono i pazienti in terapia intensiva.

Abruzzo

Sono 117 i nuovi casi accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Si tratta di uno dei dati più alti di sempre in regione: per vedere cifre analoghe bisogna tornare alla fine di marzo. Dei nuovi casi, 48 fanno riferimento alla provincia di Teramo, 37 a quella dell'Aquila (di cui 17 fanno riferimento solo al capoluogo), 22 al Pescarese e dieci al Chietino. Si registra un decesso.

Marche

Sono 37 i nuovi casi di positività nelle Marche nell'ultima giornata su 469 tamponi nel percorso nuove diagnosi. In tutto, fa sapere il servizio Sanità della Regione Marche, sono stati analizzati 837 tamponi che ne comprendono anche 368 del percorso guariti. Per la maggior parte, i nuovi contagi si sono registrati in provincia di Ancona (21); seguono quelle di Fermo (7), Macerata (5), Ascoli Piceno (2) e Pesaro Urbino (2). I nuovi casi comprendono 11 soggetti sintomatici.