Bimba morta dopo il parto in casa: indagata la mamma

Cisternino, l’accusa è interruzione colposa di gravidanza. A breve sarà eseguita l’autopsia sul corpicino della neonata. La 34enne ha detto di non sapere di essere incinta

I carabinieri in un'immagine generica

I carabinieri in un'immagine generica

Brindisi, 8 dicembre 2023 - E' indagata per interruzione colposa di gravidanza la mamma di 34 anni di Cisternino che alcuni giorni fa ha partorito nel bagno di casa dei genitori e la cui bambina è morta subito dopo il parto. La donna in preda ai dolori era corsa in casa dei genitori, poi nel bagno la tragedia. La procura ha aperto un fascicolo per fare luce sull'accaduto e al momento si indaga sulla sua posizione. Nelle prossime ore sarà eseguita l'autopsia sul corpicino della neonata.

Approfondisci:

Cisternino, neonata muore dopo il parto in casa. La mamma ricoverata

Cisternino, neonata muore dopo il parto in casa. La mamma ricoverata

Le indagini dei carabinieri proseguono. La donna, soccorsa dagli operatori del 118 e poi portata in ospedale per una grave emorragia post partum, è stata ascoltata in queste ore. 

Ha spiegato di non sapere di essere incinta. Intanto continuano gli ascolti e le indagini, alla ricerca di riscontri e dettagli che portino ad accertare i fatti. 

La mattina del 6 dicembre la donna, dopo aver avvertito i primi dolori, avrebbe raggiunto la casa dei genitori, non distante dal suo appartamento. Da qui è partita la chiamata al 118 dopo il parto. La bambina è morta subito dopo, mentre la donna è stata portata in ospedale e dimessa il giorno dopo. Ora l’iscrizione nel registro degli indagati.

Per iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui