Eraldo Poletto (Imagoeconomica)
Eraldo Poletto (Imagoeconomica)

Milano, 4 maggio 2016 - Ancora una novità per Furla, il brand fondato a Bologna nel 1927 di propriertà della famiglia Furlanetto. In un comunicato di solo 4 righe la società annuncia che "Eraldo Poletto, Group CEO, ha rassegnato le proprie dimissioni per perseguire nuovi obiettivi professionali". Solo di pochi giorni fa un altro annuncio importante, quello che ha indicato come gli azionisti di Furla abbiano siglato un accordo con Tamburi Investment Partners per l’emissione di un prestito obbligazionario convertibile, che s’inquadra nell’avvio del processo di quotazione. Il prestito obbligazionario ammonta a 15 milioni di euro e si convertirà in azioni in occasione dell’Ipo. Tip si è impegnata a sottoscrivere il prestito, a convertirlo in capitale e a comprare azioni per ulteriori 15 milioni all’atto della quotazione, alle stesse condizioni economiche che saranno proposte al mercato. Tip avrà diritto a sottoscrivere e a proporre a investitori selezionati un’ulteriore quota dell’offerta. L’ingresso di questi soci dovrebbe comunque consentire alla famiglia Furlanetto di mantenere la maggioranza assoluta dell’azienda.

L’azienda Furla ha chiuso il 2015 con un fatturato consolidato di circa 339 milioni di euro, di cui l’80% realizzato all’estero, in crescita di oltre il 30% rispetto all’anno precedente. L’ebitda, di oltre 44 milioni, pari al 13% dei ricavi, è in crescita del 29% rispetto all’esercizio 2014. Il gruppo Furla ha 415 negozi in oltre cento paesi e più di 1.550 dipendenti. Ora la notizia dell'uscita dell'ad che tanto bene ha fatto all'impresa negli ultimi anni.

Eraldo Poletto resterà in carica fino alla fine di Giugno 2016. L’Azienda nella nota ufficiale "ringrazia il Dr. Poletto per l’importante contributo dato alla Società e gli augura il meglio per il suo futuro personale e professionale". Nel mondo della moda e non solo anche in quello della finanza questa uscita di un manager tanto apprezzato apre tutta una serie di indiscrezioni e dibattiti. Dove andrà ora Poletto? Negli ultimi giorni i rumors nel mondo del fashion lo volevano in corsa per sostituire Michele Norsa alla guida di Salvatore Ferragamo. Norsa che si è dimesso pochi giorni fa dopo tanti anni di lavoro magnifico in Ferragamo resterà in consiglio per la società che ha sede a Firenze in Palazzo Feroni Spini fino al 2018.