Giovedì 25 Aprile 2024

Richiami vivi, il ministero ferma Lombardia ed Emilia Romagna

Stop alle deroghe regionali alle normative europee. Diffidati i governatori che hanno autorizzato gli impianti di cattura

Uccello da richiamo in una minuscola gabbia

Uccello da richiamo in una minuscola gabbia

Roma, 2 novembre 2014 - Dal Ministero dell’ambiente arriva uno stop alle deroghe regionali alle normative europee sulla caccia in materia di richiami vivi. Infatti, su proposta del Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, il ministro degli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta ha trasmesso ai presidenti delle regioni Lombardia ed Emilia Romagna una diffida in cui si chiede di annullare, entro 15 giorni, le delibere delle due regioni che, rispettivamente nel giugno e nel luglio scorso, hanno autorizzato l’attivazione di impianti di cattura di uccelli selvatici da utilizzare poi come richiami vivi. Nella comunicazione inviata a Lombardia ed Emilia-Romagna è stabilito che qualora le Regioni non ritirino entro il termine fissato le autorizzazioni concesse per la cattura di uccelli selvatici da utilizzare come richiami vivi, sarà il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro Galletti, ad annullare quei provvedimenti. Per contatti con la nostra redazione: [email protected]