EPILOGO: Andrea Pavan si è classificato al 27° posto con 279 (68 69 73 69, -5) colpi  nell’AfrAsia Bank Mauritius Open, gara organizzata dall’European Tour in collaborazione con il Sunshine Tour e svoltasi sul tracciato dell’Heritage GC (par 71), a Domaine de Bel Ombre nell’Isola di Mauritius.

E’ stato il primo torneo nell’European Tour 2018, iniziato con anticipo come di consueto sull’anno solare, disputato da Pavan dopo aver conquistato  la ‘carta’ alla Qualifying School, così come per Lorenzo Gagli, che però è uscito al taglio (109° con 145 – 74 71, +3).

Ha vinto il sudafricano Dylan Frittelli (268 – 67 66 68 67, -16), che ha superato con un birdie alla prima buca di spareggio l’indiano Arjun Atwal (268 – 62 70 68 68), al vertice sin dal turno iniziale. Al terzo posto con 270 (-14) l’emergente francese Romain Langasque, al quarto con 271 (-13) il sudafricano Louis De Jager, leader con Atwal dopo tre turni, al quinto con 272 (-12) il transalpino Matthieu Pavon e il filippino Miguel Tabuena e al settimo con 273 (-11) l’altro sudafricano Louis Oosthuizen, uno dei favoriti della vigilia, e il portoghese José-Filipe Lima.

Dylan Frittelli (nella foto), 27enne di Johannesburg, ha siglato il secondo successo in carriera, il primo a giugno (Lyoness Open) in calendario nella stagione 2017 del tour continentale. Frittelli ha segnato cinque birdie e un bogey per il 67 (-4) sorpassando a metà turno Arjun Atwal, 44enne di Asansol, primo indiano ad aver vinto sull’European Tour (3 titoli) e unico ad essersi imposto nel PGA Tour (un successo), ma questi lo ha costretto al playoff con il sesto birdie di giornata sull’ultima buca (in totale 68, -3 anche con tre bogey). Poi Frittelli è stato più preciso nello spareggio e ha intascato l’assegno di 191.660 euro su un montepremi di un milione di euro.

Andrea Pavan ha avuto un calo nel terzo turno, dopo una buona partenza, e ha effettuato il quarto giro in 69 (-2) colpi con quattro birdie e due bogey.

TERZO GIRO: Andrea Pavan, 35° con 210 (68 69 73, -3) colpi, ha perso terreno nel terzo giro dell’AfrAsia Bank Mauritius Open, gara organizzata dall’European Tour in collaborazione con il Sunshine Tour che si sta svolgendo sul tracciato dell’Heritage GC (par 71), a Domaine de Bel Ombre nell’Isola di Mauritius.

In vetta alla graduatoria l’indiano Arjun Atwal (200 – 62 70 68, -13) è stato raggiunto dal sudafricano Louis De Jager (200 – 66 67 67). La coppia precede di un colpo il filippino Miguel Tabuena e il sudafricano Dylan Frittelli (201, -12) e saranno in corsa per il titolo nel turno conclusivo anche il portoghese José-Filipe Lima, il francese Romain Langasque e il sudafricano Justin Walters, quinti con 203 (-10), l’altro lusitano Ricardo Gouveia, ottavo con 204 (-9), l’inglese Laurie Canter, il sudafricano Oliver Bekker e il transalpino Joel Stalter, noni con 205 (-8). Non sembra colmabile il ritardo dei sudafricani George Coetzee e Louis Oosthuizen, 12.i con 206 (-7), mentre è fuori gioco l’indiano S.S.P. Chawrasia, 28° con 209 (-4).

Arjun Atwal, 44enne di Asansol, primo indiano ad aver vinto sull’European Tour (3 titoli) e unico ad essersi imposto nel PGA Tour (un successo), ha girato in 68 (-3) colpi frutto di cinque birdie e di due bogey. Louis De Jager, 30enne di Duiwelskoof con tre vittorie nel Sunshine Tour, ha recuperato con quattro birdie senza bogey per un 67 (-4).

Andrea Pavan ha condotto le prime dieci buche con tre birdie, ma alla 11ª (par 4) ha segnato un quadruplo bogey e poi ha concluso con un cammino accidentato fatto di tre birdie, due bogey e un doppio bogey per il 73 (+2). E’ uscito al taglio, caduto a 141 (-1), Lorenzo Gagli, 109° con 145 (74 71, +3). 

SECONDO GIRO: Andrea Pavan, 18° con 137 (68 69, -5) colpi, ha guadagnato due posizioni nel secondo giro dell’AfrAsia Bank Mauritius Open, gara organizzata dall’European Tour in collaborazione con il Sunshine Tour che si sta svolgendo sul tracciato dell’Heritage GC (par 71), a Domaine de Bel Ombre nell’Isola di Mauritius. E’ uscito al taglio, caduto a 141 (-1), Lorenzo Gagli, 109° con 145 (74 71, +3).

Ha mantenuto la leadership con 132 (62 70, -10) l’indiano Arjun Atwal, ma il suo margine si è ridotto da quattro colpi a uno sull’inglese Laurie Canter e sui sudafricani Dylan Frittelli e Louis De Jager (133, -9). Al quinto posto con 134 (-8) il filippino Miguel Tabuena, il portoghese José-Filipe Lima e i sudafricani Ockie Strydom, Justin Walters e Oliver Bekker e al decimo con 135 (-7) l’altro sudafricano Louis Oosthuizen. Ha recuperato l’indiano S.S.P. Chawrasia, da 32° a 13° con 136 (-6), e ha ceduto il sudafricano George Coetzee, da settimo a 25° con 138 (-4).

Arjun Atwal, 44enne di Asansol, primo indiano ad aver vinto sull’European Tour (3 titoli) e unico ad essersi imposto nel PGA Tour (un successo), ha realizzato tre birdie e due bogey per il 70 (-1). Andrea Pavan (nella foto) ha guadagnato due colpi sul par con quattro birdie e due bogey (69, -2) e a Lorenzo Gagli non è bastato il 71 (par) con cinque birdie e altrettanti bogey per evitare l’uscita anticipata. 

PRIMO GIRO: Buona partenza di Andrea Pavan, 20° con 68 (-3) colpi, e qualche problema per Lorenzo Gagli, 120° con 74 (+3), nel primo giro dell’AfrAsia Bank Mauritius Open, gara organizzata dall’European Tour in collaborazione con il Sunshine Tour che si sta svolgendo sul tracciato dell’Heritage GC (par 71), a Domaine de Bel Ombre nell’Isola di Mauritius.
Ha preso il largo con un ottimo 62 (-9) l’indiano Arjun Atwal, che ha lasciato a quattro colpi i sudafricani Ockie Strydom e Louis De Jager, il filippino Miguel Tabuena, il brasiliano Adilson Da Silva e il tedesco Sebastian Heisele (66, -5). Fra i tredici concorrenti al settimo posto con 67 (-4) vi sono quattro sudafricani indicati tra i favoriti, Louis Oosthuizen, George Coetzee, Dylan Frittelli e Jbe Kruger. Stesso score anche per i francesi Romain Langasque e Joel Stalter e per il danese Anders Hansen e un po’ in ritardo l’indiano S.S.P. Chawrasia, 32° con 69 (-2), e il sudafricano Darren Fichardt, 46° con 70 (-1).
Arjun Atwal (nella foto), 44enne di Asansol, primo indiano ad aver vinto sull’European Tour (3 titoli) e unico ad essersi imposto nel PGA Tour (un successo), ha segnato un eagle e sette birdie, senza bogey. Per Andrea Pavan quattro birdie e un bogey e per Lorenzo Gagli tre bogey senza birdie.