Torino, 12 ottobre 2017 - Titolare nella Juventus, titolare nell'Uruguay: Rodrigo Bentancur ha già conquistato tutti. Sia Massimiliano Allegri che Óscar Tabárez sono rimasti piacevolmente colpiti dalle qualità del centrocampista ex Boca Juniors, tanto che il tecnico bianconero è arrivato a definirlo in preseason la possibile sorpresa del campionato. Dalle parole Allegri è passato ai fatti, concedendo al talento classe '97 minuti fin dalle prime gare, per poi lanciarlo nell'undici iniziale nientemeno che nella trasferta al Camp Nou. Da quella partita, nonostante il 3 a 0 subito, Bentancur è uscito ancor più convinto dei suoi mezzi, come se la fiducia in se stesso gli mancasse.

Niente di più sbagliato, perché a fronte della carta d'identità, il ragazzo sta mostrando personalità da vendere. Tecnicamente e tatticamente è ancora un gioiello da sgrezzare, ma dal punto di vista del temperamento "Don Rodrigo", come è stato simpaticamente ribattezzato, non ha nulla da invidiare a giocatori più affermati di lui. Allegri se ne è accorto e, forzato anche dagli infortuni occorsi a Marchisio, Khedira e infine Pjanic, ha accelerato il processo d'inserimento di Bentancur, che fra i nuovi acquisti è dietro solo a Matuidi e Douglas Costa in quanto a minutaggio (367' d'impiego per l'uruguagio fra campionato e Champions League).

"Da quando sto in Italia ho migliorato i tempi di recupero e pian piano sto migliorando anche come gioco - racconta il numero 30 bianconero ai microfoni di "Ultimo Al Arco", trasmissione dell'emittente radiofonica "Sport 890" - Ad esempio, mi hanno perfezionato la maniera di marcare gli avversari. Da quando sono qui poi ho aumentato la massa muscolare di cinque chili". Insomma, una crescita a 360 gradi per Bentancur, che svela un simpatico aneddoto sul suo primo giorno a Vinovo. "Quando sono arrivato, Buffon mi ricevette in un modo incredibile. Mi sorprese, sapeva già chi ero, come mi chiamavo - ricorda - È davvero un fenomeno, mi consiglia sempre. È di un altro livello".

Non a caso, il portiere della Vecchia Signora è stato inserito nei giorni scorsi nella lista dei 30 candidati al Pallone d'Oro. Siamo certi che, continuando così, nei prossimi anni anche Bentancur potrà far parte di questa élite di calciatori, diventando di pare passo il padrone del centrocampo bianconero. Non c'è tempo però per andare troppo in là con i pensieri. Fra due giorni è già tempo di campionato e, nonostante le fatiche per gli impegni con la propria Nazionale, Allegri dovrebbe affidare a "Don Rodrigo" le chiavi della mediana, viste le non perfette condizioni fisiche di Pjanic. Un peso che Bentancur ha già dimostrato di sopportare alla grande.