Roma, 10 novembre 2017 - Conto alla rovescia per l'arrivo della 'sciabolata artica' di Attila sulla nostra penisola. Le previsioni meteo parlano chiaro. Lunedì porterà un anticipo d'inverno: domenica l'aria polare portata da Attila si adagerà sulle Alpi, pronta a 'scavalcarle' nelle prime ore di lunedì 13. 

Ecco dove colpirà Attila 

Ma ecco la situazione dei prossimi giorni, in attesa del grande freddo. Stando a ilmeteo.it, oggi l'interazione di due basse pressioni sta portando tempo molto instabile al Sud e sulle regioni adriatiche, inizialmente anche sul Lazio. Forti piogge interesseranno la Sicilia e poi i settori ionici. Domani invece il maltempo si porterà sull`estremo Sud, specie sulla Puglia meridionale, e domenica pomeriggio le piogge inizieranno a bagnare il Nord, la Toscana, il Lazio.

Riassumendo: per oggi, venerdì, si attendono generali condizioni di maltempo al centro sud e maggiore variabilità al nord. Sabato si annuncia con poche nubi al nord e miglioramento su tutto il settore tirrenico mentre permangono condizioni di marcata instabilità sulle regioni adriatiche centro meridionali e su quelle ioniche. Nella giornata di domenica permangono residue condizioni di tempo instabile sulle regioni meridionali poche nubi sul resto della penisola. E come si diceva, arriva il freddo, biglietto da visita della sciabolata artica che si abbatterà lunedì mattina.

Poi, come detto, sarà la volta di Attila, che porterà forte maltempo su Triveneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Sicilia e Calabria tirrenica. La perturbazione porterà anche nubifragi su Riminese, Forlivese, Pesarese, Aretino e Fiorentino montuosi. 

NEVE_OBJ_FOTO_26587651

Ed essendo 'artico', Attila farà cadere neve particolarmente abbondante anche a quote basse: previste nevicate sopra i 3/400 metri al Nord, in Toscana e sull'Appennino tosco-emiliano, sopra i 1000 metri sul resto dell'Appennino centrale. Attenzione anche al vento: Bora, Maestrale e Tramontana soffieranno fino a 100 km/h con possibili danni alle strutture.

Intanto oggi una bomba d'acqua si è abbattuta nel Ragusano: a Vittoria si sono verificati allagamenti nelle scuole, che sono state chiuse. Gli scuolabus, compatibilmente con la percorribilità compromessa delle strade stanno continuando a gestire il servizio per riaccompagnare i bambini. Le famiglie che avevano già accompagnato i figli a scuola, stanno tornando a riprenderli. Anche la sede dei vigili del fuoco di Vittoria è allagata. In alcune zone del Vittoriese, l'acqua ha sommerso gli scantinati. Un'auto che è scivolata in una delle curve della statale che da Ragusa conduce a Modica si è infilata sotto un mezzo dei vigili del fuoco. Ci sono due feriti. Ad Acate, un fiume d' acqua ha raggiunto i finestrini delle automobili. In alcune strade lo strascico della violenta grandinata ha lasciato cumuli di una ventina di centimetri. A Ragusa e' stato attivato il centro comunale di protezione civile per l'improvviso aggravamento delle condizioni meteo.