Roma, 19 marzo 2017 - Sei marocchina? Non puoi entrare a Montecitorio. Tribune off limits per Ilham Mounsiif, 22 anni, che da 20 vive in Italia ma che ha ancora il passaporto marocchino. Peccato che la giovane poco prima fosse entrata alla Camera per ricevere un premio per i suoi studi
L'episodio risale a qualche giorno fa: quando Ilham ha inoltrato la richiesta del pass per poter visitare Montecitorio e salire ad assistere i lavori dell'Aula, di fronte al passaporto della ragazza i commessi di Montecitorio sono stati inflessibili.  

Ma non appena la presidente della Camera è venuta a sapere dell'accaduto, ha invitato la ragazza a visitare il Palazzo oggi, in occasione della giornata 'Montecitorio a porte aperte', che, come è consuetudine, si tiene una domenica al mese.

"Mi ha fatto piacere vedere la gioia negli occhi di Ihlam Mounssif in aula a Montecitorio dopo che non le era stato consentito l'ingresso", twitta soddisfatta Laura Boldrini. "Ci tenevo molto - ha poi detto la presidente - perché veramente è un onore che lei voglia venire nella nostra aula, vederla dal di dentro, mi sembrava un torto insopportabile".
"Tutti - ha sottolineato - devono poter seguire questi nostri lavori, c'è stato un caso di una giovane di origine non italiana che è stata premiata alla Camera e voleva assistere ai lavori dalle tribune, non le hanno consentito di farlo. Sono molto dispiaciuta e ho voluto invitarla qui, vive in Italia da 20 anni, ne ha 22, è italiana tanto quanto noi. Mi dispiace che sia accaduto questo".