Unifil teme escalation nella regione, preoccupazione crescente

Un portavoce dell'Unifil, forza di pace delle Nazioni Unite in Libano, ha espresso profonda preoccupazione per un'escalation nella regione, che potrebbe avere conseguenze devastanti. Chiede a tutte le parti di cessare il fuoco e ai leader di moderazione.

Unifil 'molto preoccupata' per rischio escalation nella regione

Unifil 'molto preoccupata' per rischio escalation nella regione

Un portavoce della forza di pace delle Nazioni Unite Unifil in Libano ha affermato che l'organizzazione è "profondamente preoccupata" per una possibile escalation nella regione. Citato da Reuters online, il portavoce afferma: "Siamo profondamente preoccupati per qualsiasi potenziale escalation che potrebbe avere conseguenze devastanti per le persone su entrambi i lati della linea blu. Continuiamo a chiedere a tutte le parti di cessare il fuoco e tutti gli attori influenti di sollecitare moderazione". La linea blu è il confine tracciato dalle Nazioni Unite che separa il Libano e il nord di Israele. L'Unifil fu creata nel 1978 per confermare il ritiro israeliano dal Libano. Attualmente è composto da 9.347 soldati, con 209 ufficiali di stato maggiore e 809 civili che lavorano nell'amministrazione.