Taylor Swift batte Presley, più settimane Number One

nuovo record per la popstar che festeggia con nuovo boyfriend

Taylor Swift ha chiuso l'anno collezionando l'ennesimo primato: la 34enne popstar ha rotto il record detenuto da Elvis Presley per un cantante solista i cui album sono rimasti in testa per piu' settimane nella hit parade di Billboard. 1989 (Taylor Version) e' approdato al primo posto di Billboard alla fine del 2023 consentendo alla Swift di sfondare il 'muro' delle 67 settimane stabilito dal 're del rock'. A staccare la Swift di parecchie lunghezze per il primato assoluto restano comunque i Beatles: gli album del leggendario gruppo di Liverpool sono stati Number One per 132 settimane. Taylor detiene anche il record per il maggior numero di album che hanno debuttato al primo posto consecutivamente: in tutto 13, grazie alla decisione di ri-registrare rapidamente tutta la sua musica dopo che l'ex manager Scooter Braun ha acquistato la sua vecchia etichetta discografica, Big Machine Records, con conseguenti diritti d'autore sulle registrazioni originali. In luglio, quando ha fatto uscire Speak Now (Taylor Version) la cantante ha rotto inoltre il primato di Barbra Streisand per la cantante donna con piu' album Number One della storia. E' stato un anno eccezionale per la Swift che in dicembre People ha incoronato la "persona piu' interessante al mondo" poco prima che Time magazine le attribuisse la copertina della Persona dell'Anno. Il 2023, oltre a vedere il successo del tour globale The Eras e del film-concerto che ha portato nelle sale l'emozione della tournee', ha visto anche lo sbocciare della nuova love story con il giocatore di football Travis Kelse. La coppia e' stata fotografata ieri a Kansas City in un bacio appassionato allo scoccare della mezzanotte dopo che lei aveva applaudito dagli spalti l'ennesima vittoria di lui con la squadra dei Chiefs. Taylor riprendera' il tour a febbraio e dovra' fare i salti mortali per raggiungere il boyfriend da Tokyo in febbraio se i Chief arriveranno in finale al Super Bowl l'11 febbraio a Las Vegas.