Lunedì 20 Maggio 2024

Antigone, '100 suicidi in carcere tra il 2023 e il 2024'

Dossier sull'emergenza che da inizio anno conta 30 vittime

Antigone, '100 suicidi in carcere tra il 2023 e il 2024'

Antigone, '100 suicidi in carcere tra il 2023 e il 2024'

Continua l'emergenza suicidi in carcere. Dopo il 2022, con 85 suicidi accertati, il 2023 e il 2024 continuano a registrare numeri impressionanti. Nel 2023 almeno 71 le persone che si sono tolte la vita. Nei primi mesi del 2024, almeno 30; numerosi sono infatti i decessi con cause ancora da accertare. Seppur in calo rispetto al 2022, i 70 suicidi del 2023 sono il numero più elevato dopo quello del 2022. Negli ultimi trent'anni, solo nel 2001 ci sono stati 69 suicidi, il numero 'storico' più elevato.. Ancora più allarmante è il dato del 2024. Tra inizio gennaio e metà aprile dell'anno in corso, sono stati 30 i suicidi accertati. Uno ogni 3 giorni e mezzo. Lo rileva il report di Antigone. Nel 2022 - l'anno che ha registrato il numero maggiore di suicidi nelle carceri - a metà aprile se ne contavano 20. "Se il ritmo dovesse continuare in questo modo, a fine anno rischieremmo di arrivare a livelli ancor più drammatici rispetto a quelli dell'ultimo biennio", rileva Antigone. "Oltre al numero in termini assoluti, un importante indicatore dell'ampiezza del fenomeno - prosegue il dossier - è il cosiddetto tasso di suicidi, ossia la relazione tra il numero dei decessi e la media delle persone detenute nel corso dell'anno. Nel 2023 con 70 suicidi tale tasso è pari a 12 casi ogni 10.000 persone, registrando - dopo il 2022 - il valore più alto dell'ultimo ventennio". "Benché si debba attendere la fine dell'anno per scoprire il tasso del 2024, considerato il numero di suicidi già avvenuti, il valore sembrerebbe destinato a crescere rispetto a quello del 2023. Disaggregando per genere il tasso di suicidi del 2023, vediamo come il tasso relativo alle donne (con 4 suicidi per una popolazione detenuta media di 2.493 persone) sia sensibilmente superiore a quello relativo agli uomini. Il primo si attesta a 16 casi ogni 10.000 persone, il secondo a 11,8. Disaggregando invece il tasso per nazionalità, vediamo come l'incidenza dei suicidi sia maggiore tra le persone di origine straniera (28 suicidi per una popolazione detenuta media di 18.185), con un tasso pari a 15 casi ogni 10.000 persone, rispetto a un tasso pari 10,5 tra gli italiani", evidenzia Antigone.