Martedì 16 Aprile 2024

Resi su Amazon, cosa cambia da lunedì 25 marzo

Per alcuni prodotti i giorni per restituire quanto acquistato si riducono da 30 a 14, secondo quanto previsto dalle norme Ue

Roma, 21 marzo 2024 – Amazon cambia le regole per i resi di alcuni prodotti. Fino ad oggi le merci acquistate potevano essere restituite al massimo entro 30 giorni. Il colosso dell'e-commerce ha però scelto di adeguarsi alle normative europee, riducendo i termini per i resi a 14 giorni dall'acquisto. La novità partirà con tutta probabilità da lunedì 25 marzo 2024, anche se sarebbe previsto un mese di transizione in cui il reso potrà comunque essere effettuato entro 30 giorni. Questa fase di 'doppie regole' durerà, secondo quanto si legge su alcuni siti di associazioni dei consumatori, fino al 25 aprile 2024. Sul sito di Amazon Italia non sono indicate espressamente le date dalle quali sarà modificata la politica di reso, ma la multinazionale, da noi contattata, fa sapere quanto segue: “Modificheremo il periodo di reso per determinati prodotti di elettronica e multimediali. La politica di reso e la data entro la quale è possibile effettuare il reso rimangono chiaramente indicate sotto il prezzo del prodotto e continuiamo ad offrire resi gratuiti e convenienti sulla maggior parte dei prodotti consegnati in Italia”. 

I prodotti interessati dalle novità

Si riducono a 14 giorni i resi dei prodotti venduti da Amazon relativi a elettronica, computer, cuffie, forniture per ufficio, videogiochi, musica, Dvd. I venditori terzi sulla piattaforma dovranno comunque garantire almeno 14 giorni per il reso, anche se potranno decidere di allungare i termini. In ogni caso, per essere certi dei giorni che si hanno a disposizione per restituire quanto abbiamo comprato ma che, per varie ragioni, non ci convince, è possibile consultare la scheda del prodotto, che appare sul sito nella pagina dell'acquisto. Sotto il prezzo, come ha riferito Amazon, vengono indicate le date entro cui poter effettuare il reso. 

Quando è possibile effettuare il reso

Il reso di un prodotto - spiega Altroconsumo - può essere effettuato quando, una volta aperto il pacco e visionato il contenuto, ci si rende conto che abbiamo sbagliato acquisto o la taglia o c'è un errore nella spedizione. L'importante è che il prodotto sia integro perché, in caso di segni di usura, il venditore potrebbe non accordare il rimborso. Inoltre, è richiesta la confezione originale. Se si è persa o si è buttata via, se il prodotto è integro è possibile comunque chiedere il rimborso e il venditore potrebbe in caso trattenere una parte di quanto versato proprio a causa della confezione mancante.