Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
28 mar 2022

Toscana Tour Bucci d’argento per un soffio

Vittoria per Muta talento brasiliano. Italiani piazzati

28 mar 2022
paolo manili
Sport
Piergiorgio Bucci ha sfiorato la vittoria nel Toscana Tour (Sasso)
Piergiorgio Bucci ha sfiorato la vittoria nel Toscana Tour (Sasso)
Piergiorgio Bucci ha sfiorato la vittoria nel Toscana Tour (Sasso)
Piergiorgio Bucci ha sfiorato la vittoria nel Toscana Tour (Sasso)
Piergiorgio Bucci ha sfiorato la vittoria nel Toscana Tour (Sasso)
Piergiorgio Bucci ha sfiorato la vittoria nel Toscana Tour (Sasso)

di Paolo Manili

E’ Piergiorgio Bucci la star del salto ostacoli azzurro che ieri ad Arezzo ha sfiorato la vittoria in GP nel primo di quattro appuntamenti del Toscana Tour. In sella a Naiade d’Enzeldam Z, una figlia di Nabab de Reve, Bucci ha chiuso il precorso di 1,50 m. con due netti e con un tempo leggermente superiore (00 - 35,16) a quello del brasiliano Mesquita Musa su Carte de Blue Ps Marathon (00-34,46), al quale è andata la vittoria. Al terzo posto si è piazzato l’austriaco Obernauer con Kleons Renegade (00-35,30). E’ la seconda volta in due settimane che Bucci ’vede’ il successo pieno e poi chiude secondo: come l’altra domenica nel GP di Gorla Minore, Varese, nel quale in sella a Cochello era stato battuto di pochissimo del francese Dilassier su Arioto du Gevres. Due podii in due settimane consecutive e con due cavalli diversi sono comunque un invidiabile bottino per l’asso azzurro. Per quanto riguarda il Toscana Tour questa 16ª edizione segna la ripresa dopo due anni di stop causa pandemia: creato da Ita Marzotto, è diventato negli anni il più gettonato circuito del nostro Paese grazie alla gestione della ’premiata ditta Boricchi & Bernardini’.

In questa prima tappa nel 2022, e con 800mila euro di montepremi complessivi, ha saputo coinvolgere quasi 1000 cavalli con campioni di 30 nazioni anche extraeuropee, che hanno scelto l’Italia e il suo clima per anticipare la preparazione della stagione ’outdoor’. Come gli olimpionici Steve Guerdat per la Svizzera e Kevin Staut per la Francia, ma anche tutti i migliori azzurri. Ieri fra i primi 10 classificati c’erano Spinelli, 8° su Iuppiter del Laghetto e Bonomelli, 9° su Chippendel de La Tour. Sabato la gara principale (1,45 m.) è stata siglata da Giulia Martinengo su Scuderia 1918 Quick and Easy, 4° Casadei su Filou vd Kruishoeve. Questo week-end si replica e i nostri sono in ’pole’.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?