Jannik Sinner, 20 anni: il talento di Sesto Pusteria (Bolzano) cresce senza limiti
Jannik Sinner, 20 anni: il talento di Sesto Pusteria (Bolzano) cresce senza limiti

Nemmeno il tempo di godersi un risultato storico – da ieri è ufficialmente al numero 9 della classifica mondiale, Matteo Berrettini è al 7, mai due azzurri erano finiti insieme nella Top 10 – che Jannik Sinner deve afferrare la racchetta e completare l’inseguimento a un altro sogno. Ci sono infatti le Finals Atp di Torino (14-21 novembre) da conquistare, e anche in questo caso l’accoppiata azzurra sarebbe storica. Il 20enne di Sesto Pusteria, semifinalista a Vienna dopo il titolo conquistato ad Anversa, riparte in campo da Parigi-Bercy (ieri Fognini ha perso 1-6, 7-6, 6-7 con l’ungherese Fucsovics, mentre Musetti con il serbo Djere ha rimontato vincendo 4-6, 7-6, 6-4) e deve difendere l’ultima posizione utile per la qualificazione al torneo dei ’maestri dei maestri’ di Torino. Jannik, direttamente al secondo turno e non prima di domani, affronterà il vincente del match fra il francese Herbert e lo spagnolo Alcaraz.

Sinner ha 60 punti di vantaggio su Hurkacz e 135 su Norrie, più distanziato Auger Aliassime che oggi affronterà Mager (Sonego se la vedrà con Fritz). Per essere certo del pass per le Finals il baby-campione azzurro deve vincere il torneo di Parigi-Bercy – che vede il ritorno di Djokovic – o arrivare in finale, e poi arrivare almeno in semifinale la settimana prossima nel torneo di Stoccolma.