Liverpool, 10 dicembre 2018 – Tutto pronto ad Anfield Road per l'attesissima sfida tra i padroni di casa del Liverpool e il Napoli (in programma domani sera alle 21), match valevole per la sesta giornata della Champions League 2018/19. Nonostante lo svantaggio del fattore campo, gli azzurri hanno buone possibilità per conquistare il passaggio del turno, il gruppo C vede infatti il Napoli in testa con 9 punti davanti a Psg (8) e Liverpool (6) che, dopo la sconfitta nel turno d'andata al San Paolo deve vincere 1-0 o con almeno due gol di scarto per sorpassare i partenopei. Non solo, anche uno sgambetto della Stella Rossa (ancora imbattuta al Marakana) nei confronti dei campioni di Francia potrebbe aiutare la situazione delle due squadre impegnate nella sfida di Anfield. Organico pressoché completo per Carlo Ancelotti che, dopo il rientro dal lungo infortunio di Faouzi Ghoulam (impiegato nell'ultima uscita di campionato), dovrà fare a meno dei soli Verdi e Chiriches.

Formazioni ufficiali e diretta dalle 21

Dove vederla. La partita tra Napoli e Liverpool è disponibile in esclusiva Sky ai canali Sky Sport Arena (204) e Sky Sport 253. Per quanto riguarda lo streaming, è possibile seguire il match tramite il servizio Sky Go. Non sarà possibile vedere il match in chiaro.

Queste le probabili formazioni:

Liverpool (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Matip, Van Dijk, Robertson; Milner, Wijnaldum, Keita; Salah, Firmino, Mané. Allenatore: Klopp.

Napoli (4-4-2): Ospina; Maksimovic, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Fabian; Mertens, Insigne. Allenatore: Ancelotti.

Arbitro: Damir Skomina (Slovenia)

In tv: Sky Sport Arena, Sky Sport 253

Inter-Psv di Champions, dove vederla in tv e probabili formazioni

NAPOLI, ANCELOTTI: "SFIDA COL LIVERPOOL NON È SPARTIACQUE" - "Domani dobbiamo avere la serenità e la consapevolezza che siamo arrivati all'ultima partita e ce la giochiamo con un piccolo vantaggio. La torta l'abbiamo preparata nelle scorse partite, ora ci manca la ciliegia e speriamo che uno di questi signori (indicando Albiol, ndr) ce la metta". Queste le parole dell'allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, nella conferenza stampa alla vigilia dell'importantissima sfida di Champions League tra i partenopei e i padroni di casa del Liverpool. "Ai giocatori - ha proseguito - dirò di avere l'orgoglio di giocare questa partita così bella e di godersela". Il tecnico di reggiolo non crede, però, che la partita di coppa - per quanto importante - sia decisiva per stabilire il valore della propria squadra: "La sfida al Liverpool non è uno spartiacque, non ho bisogno di questa gara per sapere quanto è forte il Napoli. Ci dirà solo se andiamo avanti in Champions, poi metteremo la stessa intensità in tutte le competizioni in cui saremo, dal campionato alla Coppa Italia alla competizione europea che ci sarà". Ancelotti ha infine concluso ribadendo il concetto: "Le cose straordinarie in questo girone le abbiamo già fatte, e infatti arriviamo qui con un piccolo vantaggio rispetto al Liverpool. Ora dobbiamo fare un bel risultato che è nelle nostre corde. Finora abbiamo mostrato personalità e convinzione, ora manca l'ultimo 'step' e non lo affrontiamo con superficialità, ma sappiamo bene cosa ci giochiamo".

Anche il "collega" Jurgen Klopp, allenatore del Liverpool, ha speso belle parole per gli azzurri: "Il Napoli meriterebbe il passaggio del turno, noi domani dovremo essere bravi a sfruttare le nostre occasioni. Forse - ha continuato - l'unica cosa positiva del sorteggio di questo girone era di poter giocare l'ultima partita in casa. Ora faremo di tutto per passare il turno". il tecnico tedesco è poi tornato sul match d'andata, vinto dal Napoli per 1-0: "Gli azzurri hanno dimostrato una grande voglia di vincere quella gara. Domani faremo dei cambiamenti tattici e cercheremo di creare un clima speciale. Conosciamo il Napoli, sappiamo che già con Sarri giocava bene ma ora con Ancelotti ha aggiunto la sua grande esperienza. In estate Carlo mi aveva detto che stava cercando di apportare qualche cambiamento". Klopp, infine, ha risposto a chi gli ricordava della stima espressa nei suoi confronti dal presidente partenopeo, Aurelio De Laurentiis, che gli aveva proposto di venire a Napoli: "Mi è simpatico perchè non ha peli sulla lingua".