ll tecnico dell'Inter Luciano Spalletti (LaPresse)
ll tecnico dell'Inter Luciano Spalletti (LaPresse)

Milano, 10 dicembre 2018 - Riflettori puntati sullo stadio Giuseppe Meazza di Milano per l'importantissima sfida di domani, martedì sera (fischio d'inizio alle 21) che vede i padroni di casa dell'Inter ospitare gli olandesi del Psv Eindhoven, match valevole per la sesta giornata della Champions League 2018/19. Partita decisiva per gli uomini di Spalletti che, dopo essere stati raggiunti a quota 7 dal Tottenham (con gli inglesi davanti in virtù degli scontri diretti), devono vincere sperando in un aiuto da parte del Barcellona di Messi e compagni, in trasferta a Wembley e già certi del primo posto nel gruppo B. I nerazzurri non potranno contare su Dalbert, Vrsaljko e Vecino, defezioni cui potrebbe aggiungersi quella di Radja Nainggolan, ancora non completamente recuperato dal recente infortunio. Gli olandesi, guidati dall'ex Milan, Mark van Bommel, sono già fuori da tutti i giochi e condannati all'ultimo posto, ma restano un avversario ostico che ha saputo dare parecchio filo da torcere allo stesso Barcellona nell'ultimo appuntamento di coppa (1-2, ndr) e guidano la classifica dell'Eredivisie con 14 vittorie su 15 partite, vietato dunque sottovalutarli.

Champions, l'Inter si qualifica se… Tutte le combinazioni

Liverpool-Napoli, dove vederla in tv e probabili formazioni

Dove vederla. La partita tra Inter e Psv Eindhoven è disponibile in esclusiva Sky ai canali Sky Sport Uno (201) e Sky Sport 252. Per quanto riguarda lo streaming, è possibile seguire il match tramite il servizio Sky Go. Il match non sarà in chiaro.

Queste le probabili formazioni:

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Borja Valero, Brozovic; Politano, Keita, Perisic; Icardi. Allenatore: Spalletti.

Psv (4-2-3-1): Zoet; Dumfries, Schwaab, Viergever, Angelino; Rosario, Hendrix; Lozano, Pereiro, Bergwijn; De Jong. Allenatore: Van Bommel.

Arbitro: Felix Zwayer (Germania)

 

In tv: Sky Sport Uno, Sky Sport 252

INTER, SPALLETTI: "COL PSV LA PARTITA PIU IMPORTANTE" - "È la partita più importante da quando sono all'Inter. Dovremo pensare a giocare e vincere la nostra gara, non a quello che deve fare il Barcellona". Queste le parole dell'allenatore dell'Inter, Luciano Spalletti, nella conferenza stampa alla vigilia della gara di Champions. Per conquistare l'accesso agli ottavi di finale, i nerazzurri avranno bisogno di una mano da parte del Barcellona, impegnato con il Tottenham a Wembley. Messi e compagni sono già certi del primo posto nel girone, ma Spalletti non ha dubbi sul fatto che i blaugrana faranno la loro partita senza agevolare in alcun modo l'avversario: "Mi viene da pensare che al Barcellona si stiano offendendo perché stiamo mettendo in dubbio la loro etica professionale. Lì ci sono professionisti seri". Il tecnico nerazzurro dovrà invece fare i conti con l'assenza di Matias Vecino e l'ormai probabile forfait di Radja Nainggolan, defezioni che accorciano notevolmente la mediana dell'Inter, coi soli Borja Valero e Brozovic a disposizione: ''Vecino ha fatto un esame e probabilmente non sarà disponibile. Mi sembra un problema difficile da risolvere. Nainggolan lo valuteremo, c'è il rischio possa ricadere nel suo infortunio''.

L'allenatore toscano ha poi detto la sua su Mauro Icardi, presentatosi al Santiago Bernabeu nella serata di domenica scorsa per assistere al match valevole per la finale di ritorno della Copa Libertadores 2018, il superclasico tra River Plate e Boca Juniors. Nonostante la presenza del bomber argentino a Madrid abbia destato alcune critiche, Spalletti si è schierato apertamente in difesa del suo numero 9: ''Icardi a Madrid? Non vedo dove sia il problema. C'era la delegazione della Juventus, c'erano i dirigenti e un calciatore dell'Inter. Non vedo dove stia il problema, è come andare a cena da un'altra parte''. Secondo il tecnico, infatti, Icardi non avrebbe fatto nulla di male, comportandosi invece in piena regola: ''È una cosa che si gestisce normalmente, con la possibilità di avere una autorizzazione per vedere una partita - la conclusione di Spalletti -. Non ha fatto nulla di strano, si è comportato regolarmente''.