Riccardo

Galli

Sono tre i messaggi che la MotoGp ha lanciato da Jerez. Uno: la Ducati può vincere il Mondiale. Ha i piloti giusti, sulla moto giusta. La Desmo 2021 è in effetti una spanna più avanti rispetto alle ultime produzioni. Questa Ducati, non è solo potenza allo stato puro, ma ha guadagnato in maneggevolezza e affidabilità. Poi ci sono Jack e Pecco, le scommesse di Domenicali e Dall’Igna dopo l’addio a Dovi. Messaggio numero due: la lucida (e bella) follia di Morbidelli. Risultato, quello di Franco, che potrebbe far detonare la situazione già calda in casa Yamaha. Lui che porta in pista la M1 meno performante del pacchetto 2021. Mordibelli vale Quartararo e Vinales e il podio di ieri è uno schiaffo anche a possibili futuri ordini di scuderia. Ed eccoci al terzo messaggio: quanto Rossi potrà continuare a vivere e sopportare questo incredibile anonimato? La risposta, senza svolte miracolose potrebbe davvero arrivare al Mugello. E tutti sappiamo quale potrà essere.