Sebastian Vettel
Sebastian Vettel

Milano, 21 maggio 2020 - "Certamente un pilota tedesco alla guida di una vettura tedesca sarebbe una bella storia per il marketing", aveva dichiarato qualche giorno fa Toto Wolff, team principale della Mercedes, in merito all'ipotesi di vedere Sebastian Vettel seduto su una delle sue due monoposto. Ma il pilota classe '87, rimasto senza macchina per la prossima stagione dopo il mancato rinnovo di contratto con la Ferrari, potrebbe davvero rappresentare una soluzione credibile per la Scuderia campione del Mondo in carica? A rigor di logica no, dato che Lewis Hamilton continuerà in Mercedes e che pensare a una coppia con Vettel diventa piuttosto difficile. 

A riguardo comunque si è espresso nuovamente Wolff, che non ha chiuso la porta in faccia all'ex Red Bull, ma quantomeno ha fatto capire come la precedenza verrà data ai piloti attuali, il cui contratto scade alla fine del 2020. "L’idea Vettel sarebbe fantastica da un punto di vista tedesco, ma dobbiamo rimanere fedeli ai nostri principi. La lealtà verso i nostri piloti è un valore importante - ha sottolineato Wolff ai microfoni di RTL e Ntv - Conosco Vettel come persona, è molto semplice e rappresenta valori simili a quelli che ho. Come atleta, è un campione del mondo per quattro volte, quindi non è necessario discutere le sue prestazioni". 

Insomma, la tentazione Vettel resta per la Mercedes, ma renderla davvero realtà è un passo difficile da compiere. Per il ferrarista, occhio pure allo scenario del ritiro. In attesa che la stagione di Formula 1 cominci, il futuro del tedesco rappresenta un rebus intrigante da risolvere per passare il tempo che ci divide dal primo semaforo verde del 2020.