Tutto come previsto. O quasi. La Formula Uno riaccende i motori e Max Verstappen avanza subito la sua candidatura. Il pilota della Red Bull è stato il più veloce nelle prove libere del Gran Premio del Bahrain. Alle sue spalle la McLaren del giovane Lando Norris e la Mercedes del campione in carica Lewis Hamilton. La pole position verrà assegnata oggi. Diretta Sky dalle 16....

 

Tutto come previsto. O quasi. La Formula Uno riaccende i motori e Max Verstappen avanza subito la sua candidatura.

Il pilota della Red Bull è stato il più veloce nelle prove libere del Gran Premio del Bahrain. Alle sue spalle la McLaren del giovane Lando Norris e la Mercedes del campione in carica Lewis Hamilton.

La pole position verrà assegnata oggi. Diretta Sky dalle 16. Domani alle 17 la partenza della prima tappa del mondiale.

SAINZ QUARTO. La Ferrari non ha fatto una brutta impressione. Con la nuova SF21 lo spagnolo Carlos Sainz ha ottenuto il quarto tempo di giornata, tenendo a distanza il capitano Charles Leclerc (fuori dai dieci).

Tra passo gara e simulazione di qualifica, la Rossa certamente non è al livello dei tre team più forti (Mercedes, Red Bull e McLaren). E questo si sapeva. Lavorando bene su assetti e strategie per la gara, i ferraristi potrebbero tenere dietro la Aston Martin di Vettel, la Alpine Renault di Alonso e la Alpha Tauri di Gasly. Ma le differenze tra queste macchine sono minime. Sarà indispensabile non sbagliare niente, cercando di garantirsi la miglior posizione possibile sulla griglia di partenza.

IL LEADER. Verstappen ha confermato di trovarsi perfettamente a suo agio nei panni dello...sfidante. La Red Bull motorizzata Honda è veloce e tiene benissimo la strada. L’olandese sta facendo un pensierino alla pole.

IN RIPRESA. Attenzione, però. A occhio, la Mercedes sta risolvendo i problemi di stabilità del retrotreno che la avevano penalizzata nei test precampionato. Bottas sembra ancora a disagio con il posteriore, mentre Hamilton è già in agguato. Non ci sarebbe da stupirsi se il campione in carica piazzasse subito la zampata.

GLI ALTRI. Mick Schumacher è stato davanti al compagno di squadra Mazepin con la Haas. Antonio Giovinazzi è stato più veloce di Kimi Raikkonen (che è andato a sbattere contro le barriere) con l’Alfa Sauber.

Oggi avremo la prima sentenza.