Lunedì 27 Maggio 2024

Roma in pressing per il rinnovo di Smalling. Ma alla porta c'è l'Inter

I giallorossi vorrebbero continuare il rapporto, ma c'è l'insidia rappresentata da Inzaghi

Smalling in bilico tra Roma e Inter

Smalling in bilico tra Roma e Inter

Roma, 2 gennaio 2022- Si è ufficialmente aperto il mercato di riparazione e, oltre ai colpi da concludere entro la fine di questo mese, la Roma vuole sistemare anche qualche questione in vista dell'estate. In particolare per quanto riguarda il rinnovo di contratto di Chris Smalling. Il contratto del difensore andrà in scadenza alla fine della stagione e fino a questo momento non è ancora arrivata la fumata bianca per il prolungamento, previsto anche dal contratto al raggiungere del 50% delle presenze stagionali. L'inglese è l'elemento cardine della formazione di Jose Mourinho, un pilastro difficile da sostituire, ed è per questo che i giallorossi vorrebbero spingerlo verso la permanenza.

Futuro ancora incerto

Non c'è però nessuno spiraglio per quanto riguarda il rinnovo di contratto di Smalling. La situazione è molto intricata e la corte dell'Inter ha complicato ancora di più i piani della Roma. Come scritto nel contratto, il difensore ha diritto al rinnovo di contratto in automatico al raggiungimento della metà delle presenze stagionali, un accordo preso al momento del trasferimento e che può essere esercitato con la volontà del giocatore. Senza il via libera di Smalling quindi i giallorossi non possono far leva sull'obbligo. L'ultima parola resta all'inglese che al momento è incerto: la società gli ha proposto un nuovo contratto, a cifre leggermente ridotte rispetto a quello attuale, a a Trigoria c'è la paura di replicare un Mkhitaryan-bis e cedere a zero un giocatore che può ancora incidere. L'agente del giocatore è già in contatto con l'Inter e sta cercando di strappare ai nerazzurri un contratto biennale. Niente è ancora deciso, ma la partita è aperta e il duello a distanza tra i due club è già cominciato.

Leggi anche - Inter, Skriniar può firmare pre-accordi con altri club

ADA COTUGNO