Lunedì 17 Giugno 2024

Lazio, la Procura Federale apre un fascicolo sulle parole di Sarri

La Figc ha deciso di far scattare l'inchiesta dopo le dichiarazioni dell'allenatore biancoceleste

La Figc ha apertooo un fascicolo su Sarri

La Figc ha apertooo un fascicolo su Sarri

Roma, 5 settembre 2022 - La sconfitta contro il Napoli in campionato potrebbe avere degli strascichi inaspettati. La Procura Federale ha infatti deciso di aprire un fascicolo sulle parole dell'allenatore biancoceleste, Maurizio Sarri, in merito alle dichiarazioni rilasciate subito dopo la partita e riguardanti l'arbitraggio del signor Sozza.

Si apre l'inchiesta

La FIGC avrebbe dunque deciso di aprire un'inchiesta proprio sulle dichiarazioni fatte da Sarri dopo la sconfitta contro la sua ex squadra. In particolare l'allenatore della Lazio si sarebbe lamentato delle decisioni prese dall'arbitro Sozza in alcuni momenti della partita, come ad esempio la regolarità del gol di Kim che poco prima aveva spinto in area Luis Alberto e soprattutto il rigore negato ai biancocelesti sul finale di gara per un fallo commesso su Lazzari. Le sue parole non sono rimaste nell'ombra e adesso la Procura Federale ha deciso di aprire un fascicolo per approfondire la questione.

Le dichiarazioni incriminate

In particolare a far scattare l'inchiesta sarebbero state le lamentele di Sarri riguardo all'uniformità delle decisioni dell'arbitro e della classe arbitrale in generale: "Gli arbitri? Sono scarsi o prevenuti. Troppi gialli per noi, il designatore deve prendere provvedimenti". Anche la Lazio si era accodata al suo allenatore attraverso un comunicato ufficiale, in cui sosteneva di aver subito un trattamento diverso rispetto al Napoli in due occasioni (il fallo di Kim e il possibile rigore su Lazzari) e di essere stata vittima di una gestione dei cartellini a senso unico. La nota poi si è conclusa con queste parole: "La società continua e continuerà a chiedere, per tutti, attenzione e uniformità nelle decisioni che si prendono sul terreno di gioco, a tutela della credibilità del campionato stesso".

Leggi anche - Inter, sostegno a Inzaghi. Ma deve cambiare passo