Martedì 21 Maggio 2024
ADA COTUGNO
Calcio

Roma, Mourinho corteggiato dal Portogallo: escluso il doppio incarico

L'allenatore giallorosso è nel mirino della nazionale lusitana

Il Portogallo pensa a Mourinho

Il Portogallo pensa a Mourinho

Roma, 14 dicembre 2022 - Dopo la delusione del Mondiale il Portogallo vuole ripartire con un nuovo commissario tecnico e la scelta è ricaduta su Jose Mourinho. L'allenatore della Roma è il nome che scalda di più la federcalcio portoghese che ha deciso di fare un tentativo. Lo Special One ha già escluso la possibilità del doppio incarico, ma a giugno qualcosa potrebbe cambiare per l'allenatore e anche per i giallorossi.

Un sogno mai nascosto

In verità Mourinho ha sempre espresso il desiderio di guidare il Portogallo un giorno, anche se quel momento non è ancora arrivato. Adesso lo Special One è concentrato sulla sua esperienza alla Roma e il suo attuale contratto scadrà nel 2024. Difficile quindi che decida di dimettersi subito per diventare il nuovo commissario tecnico della nazionale, anche se il terreno è già stato sondato per provare a trovare un accordo con il tecnico e anche con i giallorossi che non vorrebbero perderlo dopo soltanto due anni e un progetto appena avviato.

Doppio incarico rifiutato

La prospettiva di essere contemporaneamente l'allenatore della Roma e il ct del Portogallo non alletta Mourinho: la federcalcio portoghese dovrebbe trovare l'accodo con i giallorossi, una via poco percorribile in questo momento. Il contratto di Mourinho finirà tra un anno e mezzo e fino ad allora le cose potrebbero cambiare. In particolare alla fine della stagione, dato che sulla panchina della nazionale adesso ci sarà Rui Jorge, tecnico dell'Under 21, una soluzione ad interim in attesa di trovare il grande nome che li condurrà a Euro 2024. Che, nella testa di dirigenti e tifosi, è soltanto quello di Mourinho.

Leggi anche - Juve, problemi per Chiesa e Bonucci