Mercoledì 24 Luglio 2024
ADA COTUGNO
Calcio

Roma, Pellegrini: "Se perdiamo è colpa di tutti. Sarà importante vincere la prossima"

Il capitano giallorosso ha parlato della sconfitta contro la Cremonese

Pellegrini ha parlato dell'uscita dalla Coppa Italia

Pellegrini ha parlato dell'uscita dalla Coppa Italia

Roma, 2 febbraio 2023 - Nella serata dell'Olimpico la Roma ha trovato una sconfitta a sorpresa contro la Cremonese, volata in semifinale di Coppa Italia. Sono tanti gli errori compiuti dalla squadra di Mourinho durante la partita e anche le prestazioni dei big hanno lasciato a desiderare. Per i giallorossi è la seconda sconfitta consecutiva dopo il KO contro il Napoli e anche il caso Zaniolo non fa che aumentare le tensioni interne. A ristabilire la calma però ci pensa capitan Lorenzo Pellegrini che ai canali ufficiali del club ha analizzato la partita e ha caricato l'ambiente in vista delle prossime gare.

L'analisi di Pellegrini

La Cremonese è riuscita a espugnare l'Olimpico con un 2-1 storico, frutto di qualche errore individuale. Ma Pellegrini non accusa nessuno dei suoi compagni per la sconfitta: "Sono partite secche, quindi è normale che prendendo un gol in un modo un po’ inaspettato, per tutti quanti. Non voglio parlare di nessuno in particolare, se perdiamo è perché perdiamo tutti e trenta che siamo la squadra. Prendi un gol così, loro sono venuti qui per difendersi, per cercare di limitarci il più possibile il gioco tra le linee, avevano una densità in mezzo al campo impressionante. Infatti, gli unici sbocchi li abbiamo trovati sugli esterni. La partita è stata difficile, viziata da un gol preso che non dovevamo prendere".

Testa alla prossima

La sconfitta contro la Cremonese non deve pregiudicare il cammino della Roma e Pellegrini incita a trasformare la rabbia di oggi in motivazioni per il domani: "Quello che ho sempre detto e che continuo a confermare, è che questa è una squadra umile. Sa che deve lavorare, sa che deve migliorare, però lascia in mezzo al campo sempre il 200%. Anche perché è una cosa che ci viene chiesta, soprattutto dal mister. E’ una mentalità su cui abbiamo tanto lavorato. Ora c’è un gruppo solido, che pretende questo. Ogni compagno pretende da me che dia il 200% e viceversa. Queste sono serate che ti deludono, che ti lasciano tanta rabbia, però tra tre giorni si gioca e sarà importante vincere. Perdere tra tre giorni sarebbe ancora peggio, saremmo tutti ancora più amareggiati e rabbiosi di oggi".

Leggi anche - Calhanoglu, Inter decisa a rinnovare il contratto. Skriniar titolare contro il Milan