Lunedì 17 Giugno 2024

Razzismo: curva Lazio chiusa un turno per ululati. Cori a Lukaku: indagine su napoletani

L'episodio nel corso della gara di Lecce ha portato alla squalifica del settore dell'Olimpico degli ultras biancocelesti. Il giudice sportivo di Serie A ha chiesto un supplemento di indagine con riferimento a quanto accaduto a San Siro nel corso di Inter-Napoli

La curva A della Lazio (Ansa)

La curva A della Lazio (Ansa)

Roma, 5 gennaio 2023 - Giudice sportivo di Serie A subito al lavoro per cori e ululati razzisti alla ripresa del campionato. Gerardo Mastrandrea ha disposto la chiusura della curva Nord dell'Olimpico per la prossima partita della Lazio contro l'Empoli, in programma domenica 8 gennaio (ore 15), dopo gli ululati razzisti, partiti dal settore ospite dei tifosi laziali presenti ieri allo stadio via del Mare per la gara Lecce-Lazio, indirizzati ai calciatori di colore salentini Umtiti e Banda.

La Lazio, con un comunicato ufficiale, ha condannato gli ululati razzisti avvenuti a Lecce: "La S.S. Lazio ha sempre contrastato con tutti i mezzi a disposizione ogni forma di razzismo e discriminazione - si legge, nella nota - mettendo in campo iniziative volte a reprimere tali fenomeni, sensibilizzando i propri tifosi su questo tema e agendo nelle sedi preposte a tutela della propria immagine. La S.S. Lazio anche oggi condanna chi si è reso protagonista di questo gesto deprecabile, vergognoso, anacronistico e offrirà come sempre la massima collaborazione alle autorità per individuare i responsabili». «I tifosi della Lazio - aggiunge il club - non sono razzisti e non possono essere associati a pochi individui che ledono gravemente l'immagine del club".

Cori razzisti a Lukaku: supplemento di indagini

Non solo Lecce-Lazio è finita al centro dell'azione del giudice sportivo di Serie A. Sotto la lente infatti c'è anche Inter-Napoli e i presunti cori di discriminazione razziale rivolti dai supporter partenopei a Romelu Lukaku. Mastrandrea ha chiesto ulteriori chiarimenti alla Procura federale su quali settori i tifosi napoletani presenti nel terzo anello blu a San Siro, da dove sarebbero partiti "cori di discriminazione razziale" a Lukaku, "abitualmente occupano in prevalenza nelle gare in casa". Di fatto un supplemento di indagini che potrebbe portare a successi provvedimenti.