Venerdì 21 Giugno 2024
FRANCESCO BOCCHINI
Calcio

Qualificazioni Euro 2024, risultati e classifiche dopo la seconda serata

Protagonisti Lukaku, autore di una tripletta, e Vlahovic, a segno con la Serbia. La Francia travolge l'Olanda

L'esultanza di Vlahovic

L'esultanza di Vlahovic

 

Milano, 25 marzo 2023 - La seconda serata dedicata alle qualificazioni a Euro 2024 ha visto come grande protagonista la Francia, che ha fatto suo con un netto 4-0 il big match del girone B con l'Olanda. Largo successo anche per il Belgio, che ha travolto in trasferta la Svezia per 3-0 con una tripletta dell'interista Romelu Lukaku. "Sono molto felice di poter giocare tanti minuti e mostrare al mondo là fuori ciò che posso dareMi sento un riferimento di questo Belgio - le parole dell'ex Chelsea nel post gara - Durante gli allenamenti ho cercato di coinvolgere i giovani e mostrare loro che il duro lavoro ripaga sempre. Non avrebbe senso urlargli contro o maltrattarli, so cosa vuol dire debuttare perché sono stato nei loro panni qualche anno fa. Hanno fatto tutti bene e ora possiamo esultare, anche se da lunedì il focus dovrà essere sulla Germania. Possiamo vincere. Il nuovo ct Tedesco? Abbiamo giocato in modo più offensivo con lui. Non c'è stato molto tempo per lavorare, ma sono felice. Il cambiamento non è un male, se viene supportato dai risultati".

Anche Vlahovic in gol 

Fra gli "italiani" a segno pure lo juventino Dusan Vlahovic nel 2-0 della Serbia ai danni della Lituania. Per il classe 2000 un gol liberatorio, dato che non gonfiava la rete su azione da quasi due mesi, ossia dalla sfida d'andata in Europa League con il Nantes. Vittorie anche Austria, Grecia e Repubblica Ceca, mentre l'unico pareggio è stato quello fra MoldaviaIsole Far Oer. Il quadro della prima giornata delle qualificazioni verrà completato con le sette gare in programma oggi, sabato 25 marzo. Da segnalare il debutto della Spagna, che ospita la Norvegia, quello della Svizzera, impegnata in Bielorussia, e quello della Croazia, che ospita il Galles

Tutti i risultati 

Girone B: Gibilterra-Grecia 0-3 (Masouras 2', Siopis 45', Bakasetas 58'), Francia-Olanda 4-0 (Griezmann 2', Upamecano 8', Mbappé 21' e 88')

Girone C: Italia-Inghilterra 1-2 (Retegui 56'; Rice 13', Kane 44'); Macedonia del Nord-Malta 2-1 (Elmas 66', Curlinov 72'; Yankam 85')

Girone E: Moldavia-Isole Far Oer 1-1 (Nicolaescu 86'; Mikkelsen 28'), Repubblica Ceca-Polonia 3-1 (Krejci 1', Cvancara 3', Kuchta 64'; Szymanski 87') Girone F: Austria-Azerbaigian 4-1 (Sabitzer 28' e 50', 30' Gregoritsch, Baumgartner 69'; Makhmudov 64'), Svezia-Belgio 0-3 (Lukaku 35', 49' e 83')

Girone G: Bulgaria-Montenegro 0-1 (Krstovic 70'), Serbia-Lituania 2-0 (Tadic 16', Vlahovic 53') Girone H: Kazakistan-Slovenia 1-2 (Samorodov 23'; Brekalo 47', Vipotnik 78'); Danimarca-Finlandia 3-1 (Hojlund 21', 82' e 93'; Antman 53'); San Marino-Irlanda del Nord 0-2 (Charles 24' e 55') Girone J: Slovacchia-Lussemburgo 0-0; Portogallo-Liechtenstein 4-0 (Cancelo 8', Bernardo Silva 47', Ronaldo 51' e 63'); Bosnia ed Erzegovina-Islanda 3-0 (Krunic 14' e 40', Dedic 63')

Le classifiche 

Girone B: Francia e Grecia 3; Gibilterra, Olanda e Irlanda* 0 *una partita in meno

Girone C: Inghilterra e Macedonia del Nord 3; Italia, Malta e Ucraina* 0 *una partita in meno

Girone E: Repubblica Ceca 3; Moldavia e Isole Far Oer 1; Polonia e Albania* 0 *una partita in meno

Girone F: Austria e Belgio 3; Svezia, Azerbaigian ed Estonia* 0 *una partita in meno

Girone G: Serbia e Montenegro 3; Bulgaria, Lituania e Ungheria* 0 *una partita in meno Girone H: Danimarca, Irlanda del Nord e Slovenia 3, Kazakistan, San Marino e Finlandia 0 Girone J: Portogallo e Bosnia ed Erzegovina 3; Slovacchia e Lussemburgo 1; Islanda e Liechtenstein 0

Il programma di oggi 

Girone A: Scozia-Cipro (sabato 25 marzo, ore 15), Spagna-Norvegia (sabato 25 marzo, ore 20:45)

Girone D: Armenia-Turchia (sabato 25 marzo, ore 18), Croazia-Galles (sabato 25 marzo, ore 20:45)

Girone I: Israele-Kosovo (sabato 25 marzo, ore 18), Bielorussia-Svizzera (sabato 25 marzo, ore 18), Andorra-Romania (sabato 25 marzo, ore 20:45)

Qui Italia

Dopo la sconfitta a Napoli con l'Inghilterra, la Nazionale di Roberto Mancini scenderà in campo a Malta domani, domenica 26 marzo. Un appuntamento che gli Azzurri non possono assolutamente fallire per cominciare a fare punti nel girone C, che al momento vede anche la Macedonia del Nord a quota 3 punti, mentre l'Ucraina deve ancora esordire in queste qualificazioni. Il calcio d'inizio è fissato per le 20:45 e a trasmettere l'incontro sarà la Rai, per la precisione Rai Uno. Sarà possibile seguire il match anche via streaming attraverso Rai Play. Sarà la nona volta che Italia e Malta si sfideranno, la prima dal settembre del 2015: i nostri portacolori hanno sempre vinto, segnando 21 reti e incassandone appena due. 

Malta-Italia (domenica 26 marzo) Macedonia del Nord-Italia (sabato 9 settembre) Italia-Ucraina (martedì 12 settembre) Italia-Malta (sabato 14 ottobre) Inghilterra-Italia (martedì 17 ottobre) Italia-Macedonia del Nord (venerdì 17 novembre) Ucraina-Italia (lunedì 20 novembre)

Il regolamento delle qualificazioni

Ma come funzionano le qualificazioni? Le 53 selezioni presenti al sorteggio di Francoforte sono state suddivise in sette gironi da cinque squadre e tre gironi da sei. Le dieci vincitrici dei gironi e le dieci seconde classificate si qualificheranno direttamente per la fase finale dell'Europeo, mentre gli ultimi tre posti saranno assegnati nel marzo 2024 attraverso i playoff (semifinali e finali). Si qualificheranno agli spareggi 12 nazionali, che si contenderanno il pass per la fase finale dell’Europeo affrontando tre percorsi separati da quattro squadre ciascuno. Ad accedere agli spareggi saranno le vincitrici dei gironi di Nations League (dalla Lega A alla Lega C) a meno che non si siano già qualificate per la fase finale del torneo direttamente dalla fase a gironi dell’Europeo. Se una vincitrice dei gironi della Nations League delle Leghe A, B e C si è qualificata direttamente per la fase finale, accederà ai playoff la squadra successiva meglio piazzata nella classifica della lega in questione.

L'albo d'oro degli Europei

Francia 1960 — Unione Sovietica Spagna 1964 — Spagna Italia 1968 — Italia Belgio 1972 — Germania Ovest Jugoslavia 1976 — Cecoslovacchia Italia 1980 — Germania Ovest Francia 1984 – Francia Germania Ovest 1988 – Olanda Svezia 1992 – Danimarca Inghilterra 1996 — Germania Belgio e Olanda 2000 — Francia Portogallo 2004 — Grecia Austria e Svizzera 2008 — Spagna Polonia e Ucraina 2012 – Spagna Francia 2016 – Portogallo Euro 2020 – Italia

Leggi anche: E se fosse Retegui l'uomo della svolta