Venerdì 21 Giugno 2024

Pirlo, rivelazione sull'addio al Milan: "Ho pianto, sarei rimasto tutta la vita"

L'ex centrocampista rossonero e attuale tecnico del Fatih Karagümrük in Turchia ritorna sul divorzio del 2011 e il passaggio alla Juve: "Il club voleva farmi solo un anno di contratto"

Andrea Pirlo

Andrea Pirlo

"Sarei rimasto tutta la vita al Milan". Parole di Andrea Pirlo rispondendo su Prime Video ad alcune domande dell'ex compagno Massimo Ambrosini. I due ex colleghi rossoneri si sono dati appuntamento a Istanbul, dove Pirlo è attualmente tecnico del Fatih Karagümrük, e hanno ripercorso insieme i momenti vissuti al Milan, quelli belli ma anche quelli più difficili.

Come il suo addio nel 2011 alla squadra per cui avrebbe giocato "tutta la vita". "Volevano farmi un anno di contratto perché ero oltre i 30 anni, avevano questo modo di vedere. Non ci siamo mai trovati su questa cosa perché io volevo stare lì molto di più. I pianti che abbiamo fatto li sappiamo. Sarei rimasto tutta la vita al Milan. Sono andato via per tanti motivi, ma non perché volevo più soldi o volevo provare un'altra esperienza. Pensavo di meritare più anni di contratto essendo il giocatore più giovane. Credevo di avere l'opportunità di poter star lì ancora altri anni".

L'ex centrocampista rossonero spiega anche la scelta di andare ad allenare a Istanbul dopo un anno alla Juventus: "L'ho vista come un'opportunità mia di crescita. Un campionato diverso, all'estero. Era una cosa nuova che mi affascinava". Il rapporto con Conte? "Lui ti dà dei consigli, ti dà molte più soluzioni. Poi il giocatore deve saper capire il momento in cui ha la giocata da fare o deve fare altro".