Sabato 15 Giugno 2024
MATTEO AIROLDI
Calcio

Milan, Pioli: "Vogliamo chiudere tra le prime quattro. Ibra titolare? Non ancora..."

Il tecnico rossonero ha parlato alla vigilia del match contro la Salernitana

Pioli (ANSA)

Pioli (ANSA)

Milano, 12 marzo 2023 – Raggiunto il prestigioso traguardo dei quarti di finale di Champions League, dopo il pareggio ottenuto mercoledì scorso in casa del Tottenham di Antonio Conte, il Milan è pronto a rituffarsi nel campionato di Serie A: domani, lunedì 13 marzo, alle ore 20.45 (diretta su DAZN e Sky Sport), i rossoneri affronteranno a San Siro la Salernitana in uno degli ultimi posticipi del 26° turno. L’obiettivo dei rossoneri è quello di riprendere a correre anche tra i confini della Serie A e dimenticare in fretta il passo falso di una settimana fa in casa della Fiorentina: “Dobbiamo assolutamente rituffarci nel campionato con grande determinazione – ha spiegato mister Stefano Pioli nella consueta conferenza stampa della vigilia – perché, se abbiamo il desiderio di provare le emozioni che abbiamo provato in Champions, dobbiamo necessariamente chiudere il campionato tra le prime quattro”. La squadra sta bene sul piano tecnico e ovviamente anche morale: “In settimana ho visto ciò che avrei voluto vedere. Siamo molto concentrati. I ragazzi stanno molto bene dal punto di vista fisico, mentale e tattico. Contro il Tottenham abbiamo compiuto un importante passo in avanti sul piano della crescita. Nei momenti più difficili, in cui là fuori si facevano processi, abbiamo lavorato tanto, siamo rimasti uniti e provato a capire cosa non stesse funzionando. Da domani ogni partita sarà decisiva”.

I singoli

Testa al match contro i granata campani, che sono avversari da non sottovalutare: “Domani ci sarà il miglior Milan in assoluto perché la partita è decisamente importante. Ciò che abbiamo fatto non conta, conta ciò che faremo da domani. La Salernitana ha un posizionamento in classifica simile a quello del Tottenham. Difendono bene e sanno ripartire con velocità. Dovremo stare molto attenti”. Contro le squadre di medio-bassa i rossoneri in questa stagione hanno stentato. Servirà quindi un salto di qualità: Dovremo essere intensi e giocare con precisione. L’atteggiamento mentale dovrà essere dei migliori”. In questi giorni si è parlato della possibile titolarità di Zlatan Ibrahimovic. Ipotesi almeno per ora scartata dal tecnico rossonero: “Domani non lo sarà ancora ma presto sì. Sta migliorando di giorno in giorno e sta lavorando con maggiore continuità. Domani ci darà una mano ma non partirà dall’inizio”. Pressoché certo di un posto da titolare, invece, Brahim Diaz, per il quale Pioli ha speso parole di elogio: “E’ un giocatore completo. Ha spunto, qualità, sa sacrificarsi e lavorare. Con lui mi trovo molto bene”. Lo spagnolo è il netto favorito su Charles De Ketelaere, a cui Pioli ha comunque riservato elogi: “Prima della sosta, anche in allenamento, non mi è sembrato particolarmente brillante, ma adesso sta bene fisicamente e mentalmente. Sta crescendo ed è pronto a fornirci il suo contributo”. Per sostituire l’infortunato Junior Messias è invece pronto Alexis Saelemaekers: “ha già giocato da quinto in Belgio e ha caratteristiche simili a Messias, che gli permettono di giocare largo a destra. Possono fare il quinto, però, anche Florenzi o Calabria, il quale può essere utilizzato anche da terzo”. Infine, un’ultima considerazione sui quarti di finale di Champions: “Possiamo far paura? Questo bisognerebbe chiederlo agli altri. Nel tabellone ci saranno otto squadre di alto livello e non credo che chi ci affronterà sarà così contento di farlo”.