Parma-Sampdoria 2-3, il gol decisivo di Bonazzoli (Ansa)
Parma-Sampdoria 2-3, il gol decisivo di Bonazzoli (Ansa)

Parma, 19 luglio 2020 - Partita a due facce quella del “Tardini” tra Parma e Sampdoria. Nel primo tempo i padroni di casa dominano e si portano sul doppio vantaggio grazie al super gol di Gervinho e l’autorete di Bereszynski. Nella ripresa, invece, la Sampdoria si risveglia dal torpore e compie un’incredibile rimonta e s’impone per 3-2. Chabot, Quagliarella e Bonazzoli consentono agli uomini di Ranieri di blindare quasi matematicamente la salvezza. Altresì, il Parma, complice il secondo tempo horror, incappa nella sesta sconfitta nelle ultime sette giornate (quarta rimonta subita dopo quelle con Inter, Hellas Verona e Roma); la vittoria manca dal 4-1 rifilato al Genoa lo scorso 23 giugno.

Cronaca. Il Parma, dopo aver giocato un grande primo tempo, è avanti 2-0. Un super gol di Gervinho e l’autogol di Bereszynski certificano doppio svantaggio della Sampdoria. Al 18’, alla prima vera occasione del match, gli uomini di D’Aversa trovano l’1-0: dopo gli sviluppi di un calcio d’angolo, Gervinho raccoglie il suggerimento di Caprari, si sbarazza di Bereszynski e con una fucilata spacca la porta difesa da Audero. Sei giri di lancette e i padroni di casa siglano il 2-0 con Caprari, abile a ribadire in gol la respinta di Audero sul tentativo precedente, ma il VAR cancella la giocata vincente per la posizione di fuorigioco dell’attaccante numero 20. I crociati, archiviato l’episodio, continuano a mettere sotto i blucerchiati e, al 31’, Pezzella tenta dalla distanza, la sfera termina fuori. Altri 2’ e gli emiliani ci provano con Hernani, il pallone finisce alto. Al 40’ arriva il primo timido tentativo degli ospiti, Quagliarella, però, colpisce solo l’esterno della rete. Un minuto e il Parma raddoppia. Kulusevki, con uno scatto dei suoi, s’invola verso l’area e lascia partire un diagonale che viene deviato in fondo al sacco da Bereszynski. Al 44’ i padroni di casa sfiorano anche il tris: Gervinho spezza la difesa doriana in due, ma il suo diagonale non prende il giro giusto e si spegne sul fondo. In pieno recupero Quagliarella tenta di riaprire la contesa per i suoi, il tiro da posizione defilata non crea problemi a Sepe.

La Sampdoria, con un super secondo tempo, ribalta il Parma ed espugna 3-2 il Tardini. Con questa vittoria, i blucerchiati archiviano il discorso salvezza. Al contrario, i crociati, con un secondo tempo horror, vedono sfumare l’occasione di ritornare alla vittoria, che manca dal 4-1 rifilato al Genoa lo scorso 23 giugno. Pronti via e gli uomini di Ranieri, con il preciso colpo di testa di Chabot sugli sviluppi di corner, dimezzano lo svantaggio. Successivamente, i blucerchiati sfiorano il 2-2 con Quagliarella al 53’ e al 60’ con Bonazzoli. Scampato il pericolo, il Parma ha la palla per il 3-1, ma la gran punizione di Brugman centra in pieno la traversa e si spegne sul fondo. Quattro giri di lancette e il Doria perviene al pareggio: Thorsby attira su di sé un paio di giocatori di casa e poi serve Quagliarella, che con uno splendido tiro a giro beffa l’incolpevole Sepe. Da segnalare anche una leggera deviazione di Iacoponi. Gli ospiti continuano a premere il piede sull’acceleratore e al 78’ completano la rimonta con Bonazzoli. Uno-due di pregevole fattura tra Quagliarella e l’attaccante numero 9, con la conclusione imparabile per Sepe dell’ex Padova. Nel finale i padroni di casa cercano il 3-3, ma prima Kulusevski ed Inglese si ostacolano involontariamente, poi Audero si oppone senza problemi alle conclusioni di Barillà e Karamoh.
 

 

Tabellino

Parma-Sampdoria 2-3 18’ Gervinho (P), 41’ aut. Bereszynski (P), 47’ Chabot (S), 69’ Quagliarella (S), 78’ Bonazzoli (S)

Parma (4-3-3): Sepe; Laurini, Iacoponi, Gagliolo (80’ Siligardi), Pezzella; Hernani (63’ Barillà), Brugman, Kurtic (79’ Dermaku); Kulusevski, Caprari (63’ Inglese), Gervinho (82’ Karamoh). Allenatore: Roberto D’Aversa

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Chabot, Murru; Depaoli (46’ Maroni), Thorsby, Ekdal, Jankto; Ramirez (46’ Bonazzoli), Quagliarella (90' Gabbiadini). Allenatore: Claudio Ranieri

Ammoniti: Ekdal (S)

Arbitro: Calvarese.