Sabato 15 Giugno 2024
MATTEO AIROLDI
Calcio

Milan, Messias: "L'Atalanta sarà un'avversaria difficile. Il gruppo è sempre stato unito"

Il brasiliano ha parlato a Milan TV

Messias (ANSA)

Messias (ANSA)

Milano, 24 febbraio 2023 – Contro il Monza Junior Messias ha ritrovato la via del gol. Una rete che mancava dal match di Champions League contro il Salisburgo (era il 2 novembre scorso) e che ha regalato al Milan il successo. Una gioia per il gol ma soprattutto per la vittoria, raccontata dal brasiliano in una lunga intervista concessa ai microfoni di Milan TV: “Quel gol ci ha permesso di conquistare il terzo successo di fila. Per noi è stato importante vincere ma anche non subire gol perché nel recente passato abbiamo subito tanti gol. Abbiamo fatto un passo in avanti ma adesso sarà importante mantenere la nostra umiltà, giocare come abbiamo sempre fatto e sacrificarci per la squadra”. La vittoria colta all’U-Power Stadium ha definitivamente chiuso la crisi di risultati che ha colpito i rossoneri tra gennaio e febbraio. Un periodo in cui però non è mai mancata l’unità nello spogliatoio, come ha tenuto a ribadire Messias: “Anche in quel periodo così brutto abbiamo sempre lavorato e fatto le cose alla maniera di sempre. Nessuno di noi ha capito cosa sia successo in quel periodo. La gente da fuori parlava di problemi nello spogliatoio che non ci sono mai stati. Il gruppo è sempre rimasto unito. La cosa che mi ha sorpreso e fatto più piacere è stata il sostegno dei tifosi, che ci sono sempre stati vicini. Non ho mai visto una cosa del genere nel mondo del calcio. Dobbiamo davvero ringraziarli”.  

L’Atalanta

Adesso lo sguardo è rivolto ai prossimi impegni e in particolare a quello di domenica a San Siro contro l’Atalanta: “Dobbiamo continuare a lavorare. Partita dopo partita. Settimana dopo settimana. Ogni vittoria ci permette di arrivare alla gara seguente con entusiasmo, ma dobbiamo stare attenti e lavorare perché i momenti difficili arrivano senza che tu te ne accorga. La partita contro l’Atalanta sarà difficile come tutte le altre. La classifica significa poco perché abbiamo avuto difficoltà anche con squadre di bassa graduatoria. L’Atalanta è forte e gioca bene. Noi dovremo difendere bene e migliorare in tanti aspetti per tornare la squadra che eravamo lo scorso anno e all’inizio di questa stagione”.