Milan-Juventus, Pioli: "Oggi siamo stati squadra. Dobbiamo essere così sempre"

Allegri: "Siamo partiti bene ma poi ci siamo schiacciati all'indietro. E' un periodo altalenante"

Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milan, 8 ottobre 2022 – Il Milan dopo la pesante sconfitta contro il Chelsea in Champions League era chiamato a una reazione d’orgoglio che è puntualmente arrivata a San Siro nell’anticipo di lusso del nono turno di Serie A contro la Juventus, battuta con un secco 2-0 grazie alle reti di Tomori e Brahim Diaz. Un successo che ha lasciato pienamente soddisfatto il tecnico rossonero Stefano Pioli: “C’è stata grande intensità per tutta la partita. Nei primi 20’ abbiamo sbagliato qualche passaggio di troppo – ha spiegato a Dazn – concedendo di conseguenza qualche ripartenza alla Juventus. Siamo stati squadra mentre a Londra con il Chelsea ci siamo disuniti troppo. Dobbiamo essere così sempre. E' una vittoria meritata”.

Elogi per gli autori delle reti Fikayo Tomori e Brahim Diaz: “Tomori ha uno spirito e una passione incredibili. Basta guardare come esulta. E’ un grande così come lo è Brahim Diaz. Come tutti vuole giocare sempre ma deve essere bravo a sfruttare tutte le occasioni che ha come sta facendo. So che non è felice delle mie scelte ma deve dà sempre grande disponibilità”.  

Le parole di Allegri

Umori opposti sulla panchina della Juventus che dopo un inizio promettente si è spenta alla distanza: “C’è ben poco da dire. Stiamo vivendo un periodo altalenante – ha spiegato Massimiliano Allegri a Dazn –. Pensavamo di essere usciti dal periodo negativo ma ci siamo ricascati. Abbiamo fatto bene nei primi 20’ ma poi abbiamo iniziato a girare all’indietro senza che il Milan ci creasse troppi problemi e non abbiamo più creato. Nel primo tempo, soprattutto all'inizio, abbiamo avuto un po' di situazioni favorevoli ma abbiamo sbagliato. E’ normale, poi, che certi errori li paghi”.

 

Leggi anche: Diretta Serie A oggi, partite e risultati. Milan-Juventus 2-0, Tomori e Diaz