Brahim Diaz (ANSA)
Brahim Diaz (ANSA)

Milano, 2 settembre 2020 – L’avventura di Brahim Diaz con la maglia del Milan è iniziata. Il trequartista spagnolo classe 1999, che arriva dal Real Madrid con la formula del prestito (i rossoneri si sono comunque ripromessi di ridiscutere con i “Blancos” durante la stagione un eventuale diritto di riscatto), è infatti sbarcato questa mattina a Milano e in queste ore sosterrà il test del tampone e le visite mediche di rito prima di legarsi al club di via Aldo Rossi per la prossima stagione: “Sono molto contento – sono state le sue prime parole all’arrivo a Malpensa – e sono pronto per questa nuova avventura. Il Milan è un grande club”.

Il giocatore cresciuto tra le giovanili di Malaga e Manchester City è stato un colpo fortemente voluto da Paolo Maldini che a margine della presentazione dei calendari (il Milan esordirà a San Siro contro il Bologna), ai microfoni di Sky Sport, ha parlato del nuovo innesto rossonero, in attesa dell'arrivo di Sandro Tonali (che verrà ufficializzato nei prossimi giorni dopo le visite mediche): “Diaz è un giocatore che può fare la differenza e può giocare in tutti i ruoli a supporto delle punte”.

Maldini non si è poi nascosto fissando nella conquista di un posto in Champions League l’obiettivo stagionale: “Non è l’obiettivo dichiarato ma deve essere il nostro obiettivo. La società sta facendo grandi sforzi per migliorare la squadra e la nostra posizione in classifica. Vogliamo tornare tra le prime quattro squadre della classifica perché cambierebbero molte cose. Un club come il Milan non può non lottare per le prime quattro posizione. Oggi, intanto, i rossoneri hanno debuttato battendo il Novara in amichevole 4-2 dopo essere finiti sotto 2-0. In grande spolvero Lucas Paquetà, autore di una doppietta.