Lunedì 17 Giugno 2024
MATTEO AIROLDI
Calcio

Milan, Pioli: "Partita con l'Atalanta importante ma la crisi è alle spalle. Torna Maignan"

Il tecnico rossonero ha parlato alla vigilia del match contro i nerazzurri

Pioli (ANSA)

Pioli (ANSA)

Milano, 25 febbraio 2023 – Dopo le vittorie con Torino, Tottenham e Monza, arriva un altro importante esame di maturità: domani, alle 20.45, infatti, il Milan chiuderà la ventiquattresima giornata di Serie A affrontando l’Atalanta in uno scontro molto importante per la corsa a un posto in Champions League. Al netto del peso del match, però, il tecnico dei rossoneri Stefano Pioli è certo che la crisi di risultati attraversata dai rossoneri sia alle spalle: “Conosco la mia squadra e posso dire che il momento difficile è alle spalle. A prescindere da domani. La partita sarà molto importante – ha spiegato Pioli – perché la classifica in zona Champions è molto corta e sarà uno scontro diretto. Vincere ci darebbe fiducia ed energia. Abbiamo poi l’occasione di allungare sull’Atalanta e mi aspetto una partita molto combattuta. L’Atalanta ha le caratteristiche di una grande squadra: sa vincere duelli e contrasti ma anche ripartire bene. Noi stiamo bene e daremo il massimo, cercando di controllare la partita e stando attenti in difesa.”. Una vittoria potrebbe essere poi il modo migliore per festeggiare la “Panchina d’oro” vinta in settimana e per festeggiare le 800 gare da allenatore. Pioli, però, non si accontenta e punta le 1000 gare da tecnico del Milan: “E’ un bel traguardo, l’ho scoperto ieri di tagliarlo. Non sono poche ma non intendo fermarmi qui. Voglio arrivare alle 1000 panchine da allenatore del Milan. Non sarà facile raggiungere questo traguardo ma l’obiettivo resta quello”.

I ritorni di Maignan e Ibra

La buona notizia in una giornata che sarà senza dubbio importante per Pioli sarà il ritorno tra i pali, dopo cinque mesi di stop, di Mike Maignan: “Sta bene e domani giocherà. E’ stato come un leone in gabbia perché non poteva giocare e aiutare i compagni, ma ora sta bene e potrà farlo. E’ molto motivato e ci darà un grande contributo. E’ stato fermo cinque mesi e quindi dovrà riprendere ritmo e giusto posizionamento. Sono assolutamente contento del suo ritorno”. Parole di stima anche per Tatarusanu, di cui Maignan prenderà il posto: “Ha fatto appieno il proprio dovere. All’inizio ha faticato perché non giocava da molto, ma poi ha trovato ritmo e ha dato un ottimo contributo. Peraltro, in questi giorni ha avuto l’influenza”. Possibile un ritorno in campo anche di Zlatan Ibrahimovic: “Sta sempre meglio e ha fatto praticamente una settimana completa con la squadra. Potrebbe tornare in campo domani. Con il Torino l’ho convocato per farlo tornare in gruppo, ben sapendo quanto aveva sofferto per rientrare. Adesso è pronto per giocare”. IUnfine, un punto della situazione sugli altri infortunati: “Calabria e Bennacer torneranno in squadra mercoledì. Ismael ha avuto una piccola lesione muscolare. Cose che si risolvono in quattro o cinque settimane. Da questa settimana sta facendo alta intensità ma non è il caso di rischiare. Anche Florenzi, che non sarà convocato, dovrebbe tornare a disposizione per la prossima partita”.