Mercoledì 29 Maggio 2024

Leo Messi minacciato, spari contro il supermercato della moglie: "Ti stiamo aspettando"

Raid a Rosario, in Argentina. Due uomini hanno esploso 14 colpi di arma da fuoco contro il punto vendita della famiglia di Antonella Roccuzzo. Trovato un biglietto: "Javkin (il sindaco, ndr) è un narco, non ti proteggerà"

Leo Messi con la moglie Antonella Roccuzzo

Leo Messi con la moglie Antonella Roccuzzo

Rosario (Argentina), 2 marzo 2023 - Un supermercato della famiglia di Antonella Roccuzzo (moglie di Lionel Messi) è stato attaccato con quattordici colpi d'arma da fuoco all'alba di oggi - giovedì 2 marzo - nella città di Rosario, in Argentina. Secondo quanto riferiscono media locali, i protagonisti del raid sarebbero almeno due persone in sella a una moto: i proiettili hanno colpito le saracinesche del punto vendita gestito da uno dei cugini della moglie del capitano della Nazionale argentina.

"Messi stiamo aspettando"

Gli attentatori hanno anche lasciato sul posto un biglietto con una minaccia diretta allo stesso Messi: "Messi stiamo aspettando, Javkin è un narcotrafficante, non ti proteggerà". Questo il messaggio diretto alla stella del Paris Saint Germain. Il messaggio sembra alludere a una richiesta di pagamento non effettuata e fa riferimento anche al sindaco della città di cui è oriundo Messi, Pablo Javkin.

Rosario è la "Chicago argentina"

Da segnalare che Rosario è una citta che soffre da tempo di una diffusa presenza della criminalità organizzata legata al traffico di droga tanto che è stata soprannominata "la Chicago argentina". Secondo il sindaco Pablo Javkin a Rosario "mancano diversi agenti di polizia per controllare il territorio". E proprio per cercare di fermare l'avanzata dalla malavita, il primo cittadino ha chiesto la presenza a Rosario del governatore, del ministro della Sicurezza e del presidente Alberto Fernandez.