Martedì 18 Giugno 2024
FRANCESCO BOCCHINI
Calcio

Qualificazioni Euro 2024, Malta-Italia 0-2: Retegui gol. Risultati e classifica del girone

Il nuovo attaccante della Nazionale sblocca la gara, poi Pessina firma il raddoppio

Il gol di testa di Retegui (Ansa)

Il gol di testa di Retegui (Ansa)

Ta’ Qali (Malta), 26 marzo 2023 - Missione compiuta per la Nazionale azzurra. A Malta, l'Italia fa il proprio dovere e si sblocca nel raggruppamento C delle qualificazioni a Euro 2024, ottenendo i primi tre punti. Con una formazione praticamente rivoluzionata rispetto al match inaugurale di Napoli, la truppa di Roberto Mancini espugna con il punteggio di 0-2 il National Stadium di Ta’ Qali grazie ai sigilli di Retegui, al secondo gol in altrettante presenze con la nostra selezione, e Pessina (che diventa il primo calciatore della storia del Monza a segno con la maglia azzurra). Da segnalare la super parata sullo 0-0 di Donnarumma, che dà una mano consistente ai suoi per portare a casa il risultato positivo. Il prossimo appuntamento delle qualificazioni è in programma a settembre, quando l'Italia sarà di scena prima in Macedonia del Nord, poi in casa dell'Ucraina, oggi sconfitta dall'Inghilterra

Malta-Italia, le pagelle degli azzurri. Retegui: forse abbiamo un bomber

Le scelte di formazione

Mancini cambia la bellezza di otto uomini rispetto all'undici titolare scelto per la sfida con l'Inghilterra. Gli unici confermati sono Donnarumma, Di Lorenzo e Retegui. Al centro della difesa agiscono Scalvini e Romagnoli, con Emerson Palmieri a sinistra. A centrocampo vengono utilizzati Cristante, Tonali e Pessina, mentre in avanti spazio a Politano e Gnonto

Malta (3-5-2): Bonello; Apap, Borg, Attard; J. Mbong, Yankam, Guillaumier, N. Muscat, Corbolan; Satariano, Jones. All. Marcolini.

Italia (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Scalvini, Romagnoli, Emerson; Tonali, Cristante, Pessina; Politano, Retegui, Gnonto. All. Mancini. 

La sblocca Retegui

La partenza è assolutamente favorevole a Malta: dopo quattro minuti, Satariano sorprende la difesa degli azzurri, va alla conclusione da posizione invitantissima, ma Donnarumma compie un mezzo miracolo. Sul calcio d'angolo seguente, il portiere viene nuovamente impegnato, ma stavolta la parata su un colpo di testa è d'ordinaria amministrazione. I padroni di casa sono particolarmente aggressivi e pure ordinati in difesa. Al 15' Romagnoli ci prova dalla distanza e il suo sinistro (deviato) termina di poco alto. Dal corner successivo Tonali disegna la traiettoria che trova la zuccata di Retegui, ancora a segno dopo il gol rifilato all'Inghilterra. 

Pessina raddoppia

Al 22' Mancini è costretto a sostituire Gnonto, dolorante ad una caviglia, con Grifo. La rete di Retegui dà maggior serenità alla squadra ospite, che al 28' raddoppia: prima il cross di Politano, poi quello di Emerson Palmieri e Pessina è bravo sotto porta a spingere il pallone in fondo alla rete. L'Italia avrebbe subito la chance per calare il tris, ma il neo entrato Grifo calcia in bocca all'estremo difensore di Malta, Bonello, una sorta di rigore in movimento. L'attaccante del Friburgo ha un'altra buona occasione: il suo destro però non inquadra il bersaglio grosso. I nostri portacolori non corrono invece pericoli e così il punteggio è di 0-2 all'intervallo. 

L'Italia gestisce

In apertura di ripresa, Mancini inserisce Darmian per Di Lorenzo. Al 57' una mischia nata dallo sviluppo di un angolo crea più di un grattacapo alla retroguardia tricolore, ma l'Italia se la cava. E' il segnale però che non va abbassata la concentrazione e che servirebbe il terzo gol per mettere al sicuro il risultato. E invece è ancora Malta a farsi vedere, ma Satariano sbaglia il dosaggio del cross per il compagno, graziando Donnarumma e compagni. Vengono gettati nella mischia pure Verratti e Scamacca per Tonali e Retegui, e il centravanti del West Ham si rende immediatamente protagonista di un'acrobazia ben respinta da Bonello. Altri grossi sussulti non ce ne sono e la partita - stancamente - scivola via fino al 90', quando di nuovo Scamacca si fa minaccioso con un destro che sorvola la traversa. Neppure Grifo inquadra lo specchio e così il risultato non cambia più: vincono gli Azzurri per 0-2, grazie alle reti di Retegui e Pessina. 

I risultati del girone

Prima giornata: Italia-Inghilterra 1-2 (Retegui 56'; Rice 13', Kane 44'); Macedonia del Nord-Malta 2-1 (Elmas 66', Curlinov 72'; Yankam 85')

Seconda giornata: Inghilterra-Ucraina 2-0 (Kane 37', Saka 40'), Malta-Italia 0-2 (Retegui 15', 28' Pessina)

La classifica del girone

L'Inghilterra comanda il girone C a punteggio pieno dopo le prime due giornate e sembra già avviata a conquistare il pass per il prossimo Europeo. Alle sue spalle l'Italia raggiunge la Macedonia del Nord, che tuttavia ha disputato una gara in meno. Ancora a zero Malta e Ucraina. 

Inghilterra 6; Macedonia del Nord* e Italia 3; Malta e Ucraina* 0 *una partita giocata in meno

Il calendario degli Azzurri

Dopo la trasferta a Malta, ecco quella in Macedonia del Nord per l'Italia, contro quella selezione che le ha precluso la possibilità di partecipare agli scorsi Mondiali. Gli Azzurri vorranno vendicarsi e al contempo centrare tre punti importanti in queste qualificazioni a Euro 2024. L'altro appuntamento di settembre sarà quello casalingo con l'Ucraina, che chiuderà il girone d'andata. Fondamentale fare bottino pieno contro le due dirette concorrenti per la qualificazione alla kermesse continentale. 

Macedonia del Nord-Italia (sabato 9 settembre) Italia-Ucraina (martedì 12 settembre) Italia-Malta (sabato 14 ottobre) Inghilterra-Italia (martedì 17 ottobre) Italia-Macedonia del Nord (venerdì 17 novembre) Ucraina-Italia (lunedì 20 novembre)

Il regolamento delle qualificazioni

Ma come funzionano le qualificazioni? Le 53 selezioni presenti al sorteggio di Francoforte sono state suddivise in sette gironi da cinque squadre e tre gironi da sei. Le dieci vincitrici dei gironi e le dieci seconde classificate si qualificheranno direttamente per la fase finale dell'Europeo, mentre gli ultimi tre posti saranno assegnati nel marzo 2024 attraverso i playoff (semifinali e finali). Si qualificheranno agli spareggi 12 nazionali, che si contenderanno il pass per la fase finale dell’Europeo affrontando tre percorsi separati da quattro squadre ciascuno. Ad accedere agli spareggi saranno le vincitrici dei gironi di Nations League (dalla Lega A alla Lega C) a meno che non si siano già qualificate per la fase finale del torneo direttamente dalla fase a gironi dell’Europeo. Se una vincitrice dei gironi della Nations League delle Leghe A, B e C si è qualificata direttamente per la fase finale, accederà ai playoff la squadra successiva meglio piazzata nella classifica della lega in questione.

Leggi anche: Italia-Ucraina Under 21: probabili formazioni e dove vedere la partita in streaming