Venerdì 14 Giugno 2024
MATTEO AIROLDI
Calcio

Champions League, Liverpool-Real Madrid 2-5: i Blancos travolgono i Reds in rimonta

Sotto 2-0 dopo il primo quarto d'ora di gara, gli iberici hanno ribaltato la situazione con le doppiette di Vinicius e Benzema e con il sigillo del sorpasso di Militao

Liverpool-Real Madrid 2-5 (Ansa)

Liverpool-Real Madrid 2-5 (Ansa)

Liverpool (Inghilterra), 21 febbraio 2023 – A pochi mesi dal successo nella finale di Champions League giocata allo Stade De France, il Real batte di nuovo il Liverpool e lo fa nel match d’andata degli ottavi con un travolgente 5-2. A farla da assoluti padroni nella serata di Anfield Road sono stati i gol e lo spettacolo: i “Reds” hanno subito schiacciato sull’acceleratore e nel primo quarto d’ora si sono portati sul 2-0 grazie al gol di tacco al 4’ di Nunez e al raddoppio di Salah (decisiva la papera di Courtois). Passato lo shock, però, il Real ha reagito da grande squadra e prima dell’intervallo ha pareggiato i conti con la doppietta di uno scatenato Vinicius. A inizio ripresa i “Blancos” hanno poi completato l’opera con la rete del sorpasso di Militao e due gol di Benzema, che hanno permesso al Real di mettere una seria ipoteca sul passaggio ai quarti.  

Primo tempo

 

Il celebre pressing alto e asfissiante del Liverpool mette in crisi il Real sin dalle prime battute di gara: già al 2’, infatti, le “Merengues” rischiano qualcosa di troppo quando Camavinga si fa soffiare un pallone innocuo e consente a Henderson di servire Gakpo, che però, nel momento decisivo, incespica sul pallone. Il gol dei “Reds” è comunque dietro l’angolo e arriva al 4’, a seguito di un altro recupero di palla a centrocampo da parte di Bajcetic, che avvia l’azione finalizzata da Nunez con un sublime colpo di tacco su assist in profondità di Salah. Un montante al volto di un Real un po’ frastornato al cospetto dell’aggressività dei padroni di casa che al 14’ trovano addirittura il raddoppio: da un recupero palla di Nunez, in un’insolita veste difensiva, nasce infatti la ripartenza che culmina in un retropassaggio di Carvajal controllato male con il ginocchio da Courtois, che a sua volta serve involontariamente un Salah lesto nell’insaccare il 2-0 “Reds”. Con questo uno-due micidiale in 10’, il match sembra mettersi in discesa per il Liverpool. Le cose, però, cambiano in maniera repentina al 24’, quando Vinicius riapre i giochi con la rete del 2-1, siglata di sinistro dal vertice mancino dell’area dopo una triangolazione vincente con Benzema. Il Real si riaccende improvvisamente e, pur dovendo fare i conti con l’infortunio di Alaba (sostituito da Nacho) e rischiando qualcosa di troppo al 25’ sul batti e ribatti non finalizzato da Salah e Nunez, al 31’ sfiora il pari con l’ennesima conclusione insidiosa di Vinicius. Il gol che vale la doppietta del brasiliano è però solo rimandato di qualche minuto: precisamente quattro giri di lancetta, perché al 35’ Bajcetic si fa rubare il pallone da Valverde che lo lancia in profondità dove c’è Gomez, il quale prova a disinnescare Vinicius con un retropassaggio per Alisson. Il portiere brasiliano, al pari del collega Courois, commette però una “papera” rinviando sulle gambe di Vinicius che insacca il 2-2 completando la rimonta delle “Merengues”. In pieno recupero, poi, il numero 20 prova anche a vestire i panni del suggeritore per il connazionale Rodrygo, la cui conclusione viene disinnescata dalla provvidenziale copertura di Robertson che salva il risultato prima del duplice fischio di Kovacs.

 

La ripresa

Seguendo il copione di un pirotecnico primo tempo, la ripresa si apre con un altro guizzo vincente, quello del sorpasso del Real, che arriva al 47’: Modric batte una punizione dal vertice basso dell’area avversaria, Militao si inserisce e indisturbato insacca di testa il 2-3, beffando una difesa del Liverpool non certo impeccabile nel frangente. Situazione completamente capovolta in favore dei “Blancos”, che prendono ulteriore fiducia, spingono sull’acceleratore e al 55’ calano addirittura il poker grazie a Benzema che, dopo l’ennesima triangolazione con Vinicius, arriva al tiro di sinistro e trova la via del gol con la decisiva complicità di Gomez, che devia il pallone nella propria rete. Il Liverpool prova a reagire di nervi e, dopo aver protestato per un tocco di mano in area di Carvajal, va vicino al gol con la frustata di destro di Bajcetic, finita per un soffio sul fondo. Attaccando alla ricerca del gol, però, i “Reds” si espongono alla velocità e alle ripartenze del Real, che al 66’ mette un’ipoteca sul risultato – e forse sulla qualificazione – con Benzema che, servito da Vinicius, scarta Alisson e deposita in rete il 2-5. Gli ultimi 25’ di gara diventano così una vera e propria passerella per i “Blancos” che, pur lasciando il pallino del gioco in mano al Liverpool, rischiano poco o nulla e mettono le mani su una vittoria pesantissima.