Esultanza Tabanelli (foto Lapresse)
Esultanza Tabanelli (foto Lapresse)

Lecce, 8 dicembre 2019 - Emozioni nell’anticipo dell’ora di pranzo tra Lecce e Genoa. Nel primo tempo gli ospiti si portano sul doppio vantaggio con il super gol di Pandev (tiro di controbalzo da circa 40 metri) e il preciso calcio di rigore di Criscito in chiusura. Nella ripresa, però, il Lecce la riprende con Falco (gran gol anche il suo) e Tabanelli. Da segnalare che gli uomini di Thiago Motta finiscono il match in 9: espulsi Agudelo (69’) e lo stesso Pandev (77’), entrambi per doppia ammonizione. I salentini toccano quota 15 e non riescono a sfatare il tabù “Via del Mare” (gli uomini di Liverani hanno vinto solo fuori casa), altresì, gli ospiti non riescono ad uscire dalla zona rossa: terzultimo posto e 11 punti conquistati sin qui.

Cronaca. Un super gol di Pandev e il perfetto rigore di Criscito consentono al Genoa di andare al riposo sul doppio vantaggio. Il primo squillo del match arriva al 5’, quando Pandev, disturbato da Calderoni, a pochi passi dalla porta non riesce a dare forza al pallone e Gabriel blocca facilmente. Sei giri d’orologio e il Lecce si fa vedere dalle parti di Radu, ma il colpo di test di Babacar + facile preda del numero 97 genoano. Successivamente le due compagini non si rendono pericolose, ma al 31’ giunge la svolta: lancio lungo di Criscito, Gabriel in uscita rinvia male e Pandev, da circa 40 metri, lascia partire un tiro di controbalzo che termina la sua corsa in fono al sacco. Subito lo svantaggio, il Lecce prova la reazione, ma in pieno recupero subisce anche il raddoppio del Genoa: Lucioni atterra Pandev in area di rigore e Criscito è implacabile dagli undici metri.

Tourbillon di emozioni nella ripresa. Il Genoa fallisce il colpo del ko con Agudelo (lo stesso centrocampista colombiano si fa espellere), mentre il Lecce la riprende con Falco e Tabanelli. Al 57’ i padroni di casa si fanno vedere con La Mantia, Radu blocca senza patemi. Sul ribaltamento di fronte, il Genoa si divora il 3-0 con Agudelo: il centrocampista colombiano a tu per tu con Gabriel calcia male. Due giri d’orologio e gli uomini di Liverani ci provano sempre con un colpo di testa di La Mantia, il pallone esce alto. Passano due minuti e il Lecce rientra nel match: calcio d’angolo battuto rapidamente e Falco, con un sinistro a giro, manda la sfera alle spalle dell’incolpevole Radu. Da segnalare che il fantasista numero 10 è entrato in campo al 51’. Altri due minuti e il Genoa si divora il 3-1 con Pinamonti, che da pochi passi spara a lato. Ancora Grifone pericoloso al 68’ con la punizione di poco al lato di Sturaro. Sessanta secondi e il match si fa in salita per gli uomini di Thiago Motta: Agudelo, già ammonito, commette un fallo ingenuo ai danni di Dell’Orco e lascia i suoi in 10. Il Genoa non ha nemmeno il tempo di riorganizzarsi, che il Lecce trova il 2-2: pennellata di Falco dalla trequarti e colpo di testa vincente di Tabanelli. Al 77’, poi, piove sul bagnato per il Genoa: Pandev, ammonito al 73’ per simulazione, interviene in ritardo su Tachtsidis e lascia il Grifone in nove uomini. Nonostante il doppio vantaggio negli uomini, il Lecce non riesce a trovare anche il sorpasso: all’83’ i salentini sfiorano il 3-2 con La Mantia che non riesce ad impattare la sfera da ottima posizione e il successivo tentativo di Falco termina a lato. Con questo pareggio, gli uomini di Liverani toccano quota 15 ma non riescono a sfatare il tabù Via del Mare (le tre vittorie sono arrivate tutte in trasferta), quelli di Thiago Motta fanno un piccolo passo avanti e raggiungono quota 11, a -1 dalla salvezza.

Tabellino

Lecce-Genoa 2-2

31’ Pandev (G), 48’pt rig. Criscito (G), 60’ Falco (L), 70’ Tabanelli (L)

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Dell'Orco, Calderoni; Majer (46’ Tabanelli), Tachtsidis, Petriccione; Shakhov (59’ Farias); La Mantia, Babacar (51’ Falco). Allenatore: Fabio Liverani

Genoa (4-3-3): Radu; Ghiglione, Biraschi, Romero, Criscito; Pajac (93’ Ankersen), Schone (63’ Cassata), Sturaro; Pandev, Pinamonti (83’ Favilli), Agudelo. Allenatore: Thiago Motta

Ammoniti: La Mantia, Lucioni, Tachtsidis (L); Pajac, Crisicito, Pandev(G)

Espulsi: Agudelo e Pandev (G) per doppia ammonizione

Arbitro: Sig. Gianluca Rocchi